REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Ddl Vigili del fuoco e Forestali VdA, per Cgil l’approvazione è un “tassello importante”

di Redazione

di Redazione

È stato approvato dalla Giunta regionale il disegno di legge relativo alle ‘Disposizioni in materia di Corpo valdostano dei vigili del fuoco e del corpo forestale della Valle d’Aosta’, che sarà sottoposto all’approvazione del Consiglio Valle. 

Il nuovo assetto ordinamentale del personale appartenente ai due Corpi attua e valorizza le competenze in materia di organizzazione degli uffici, stato giuridico e trattamento economico del personale rendendoli più adeguati alle tradizionali missioni istituzionali del soccorso pubblico, dei servizi antincendio e della protezione civile così come previsto dalla norma statutaria del 1948. 

Questo percorso permetterà inoltre di lavorare per superare il disallineamento che sussiste tra il personale del Corpo valdostano dei vigili del fuoco e l’omologo personale del Corpo nazionale. Per il personale del Corpo forestale della Valle d’Aosta è previsto per i medesimi profili un allineamento con le Forze di polizia a ordinamento civile, tenuto conto delle analoghe funzioni svolte. 

Finalmente dopo anni di lotta pressante, con questo disegno di legge vediamo aggiungere un tassello importante alle rivendicazioni fatte dai Vigili del Fuoco e dal Corpo Forestale per riuscire ad arrivare alla parificazione retributiva e pensionistica dei due Corpi regionali (Corpo Forestale e Vigili del Fuoco) a quelli dei loro colleghi nazionali” precisa Igor De Belli, Segretario generale della Funzione Pubblica Cgil Valle d’Aosta, che ricorda: “era il mese di febbraio del 2019 quando con un referendum, caratterizzato da una vittoria schiacciante del SI, i Vigili del Fuoco avevano chiesto di ritornare sotto l’egida statale, più per una questione di equiparazione a livello di contribuzione pensionistica, oltre che per quella retributiva”.

Non possiamo che, come Fp Cgil VdA, esprimere soddisfazione – conclude De Belli -. Ora il passaggio successivo sarà il Consiglio Valle, ma crediamo che ci siano tutti i presupposti per vedere concretizzare ciò che da anni chiediamo e soprattutto chiedono sia i Vigili del Fuoco che il Corpo Forestale, l’equiparazione con i colleghi statali”.

VdA Aperta segnala “ritardi nel deposito del ddl”

Dopo l’approvazione del disegno di legge è arrivato il commento di Valle d’Aosta Aperta che, su questo tema, ha fin da subito lavorato con grande interesse inserendolo nel proprio programma elettorale delle elezioni politiche, presentando un emendamento nella legge di bilancio 2024 e occupandosi del tema nelle varie sedi istituzionali. 

Rileviamo – commenta la coalizione VdA Aperta – un ritardo considerevole nel deposito di questo disegno di legge e nella definizione di altre norme di settore, come la legge regionale 37/2009 concernente l’organizzazione dei servizi anti-incendio in generale, che ancora attendono risposta e sono di totale competenza regionale, sfugge, infine, come questo atto possa intervenire sulla norma di attuazione in materia previdenziale”.