Skip to main content

Cronaca

Corte dei Conti, assolto l'ex presidente Ivat dall'accusa di danno erariale

- 0 Comments

Assolto dall'accusa di danno erariale per 9.258,59 euro connesso ad un potenziale conflitto di interessi, Ermanno Bonomi, presidente dell'Intitut Valdotain de l'Artisanat de Tradition (Ivat), dal 2015 al 2020, è stato giudicato ieri dalla sezione giurisdizionale della Corte dei conti della Valle d'Aosta.

L'assoluzione arriva succeviva ad una indagine della Guardia di Finanza, secondo il quale, presuntamente, l'Ivat nel 2017 avrebbe conferito alla Derby Legno ceramica 10.763,59 euro in più ripetto alla media degli anni 2015, 2016 e 2018, il che ha fatto supporre un potenziale conflitto di interesse in virtù della compresenza di Bonomi sia al vertice dell'Ivat che come consigliere della  Derby Legno Ceramica. I giudici Donato Maria Fino, Alessandro Napoli e Cristiano Baldi però non hanno ravvisato condotte illecite, sentenziando che il fatto non costituisce "condotta antigiuridica" in quanto non vi è la "configurabilità di un danno erariale".