Skip to main content

Comuni e Territorio

Corpo Forestale - Istituito il "nucleo droni"

- 0 Comments

Il Corpo forestale della Valle d’Aosta ha ampliato la propria professionalità tecnica istituendo un nucleo operativo S.A.P.R. - Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto.

Il nuovo nucleo è composto da 7 agenti che hanno acquisito una formazione specialistica per l’utilizzo dei droni, ottenendo l’attestato di abilitazione nazionale per piloti di Aeromobili a Pilotaggio Remoto. Il gruppo ha completato la sua formazione partecipando a un corso di fotogrammetria finalizzato all’acquisizione di nozioni per la pianificazione dei voli, la mappatura e la successiva elaborazione dei dati ricavati mediante l’uso dei due apparecchi attualmente in dotazione al CFVdA.

"Il Nucleo S.A.P.R.  - fa sapere la Regione - ha già svolto numerose esercitazioni di volo manuale e pianificato, in diversi ambiti di competenza, al fine di acquisire esperienza utile per affrontare situazioni di emergenza, durante le quali può essere chiamato ad operare, su chiamata della Centrale Unica del Soccorso 1515, in particolare sulle aree boscate, sui terreni in pendenza soggetti a fenomeni di dissesto idrogeologico e sulle zone percorse dagli incendi boschivi (specie su quelle impervie o non raggiungibili da terra), permettendo di effettuare una precisa misurazione e mappatura degli eventi: criticità fitosanitarie nei boschi, mappatura degli schianti, localizzazione dei fenomeni idrogeologici, sorveglianza e perimetrazione dei confini degli incendi boschivi, ecc".

Date le opportunità di utilizzo dei sistemi di pilotaggio remoto per le attività istituzionali, l’Amministrazione regionale ha avviato presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti le procedure di equiparazione ai S.A.P.R. di Stato dei sistemi utilizzati dal Corpo forestale della Valle d’Aosta e dal Corpo valdostano dei Vigili del fuoco "In quanto tale riconoscimento - conclude la Regione -  permetterà di apportare notevoli vantaggi in termini di efficienza in tutte le situazioni in cui è richiesto l’uso di queste nuove tecnologie".