Skip to main content

Comuni e Territorio

Coronavirus - Le disposizioni per arrivi e rientri in Italia e in Valle d'Aosta

- 0 Comments

La Presidenza della Regione rende noto che, per effetto dell’Ordinanza del Ministro della Salute in vigore da ieri, mercoledì 31 marzo, fino a martedì 6 aprile, tutti coloro che hanno soggiornato o transitato nei quattordici giorni antecedenti all’ingresso in Italia, e quindi in Valle d’Aosta, in uno o più Stati e territorio indicati nell’elenco C dell’Allegato 20 del DPCM 2 marzo 2021  hanno l’obbligo di :

  • presentare al vettore all’atto dell’imbarco e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli l’attestazione di essersi sottoposti, nelle quarantotto ore precedenti  all’ingresso nel territorio nazionale , ad un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone e risultato negativo;
  • sottoporsi a un periodo di cinque giorni di quarantena presso la propria abitazione, previa comunicazione al Dipartimento di prevenzione dell’Azienda USL della Valle d’Aosta (rientriestero@ausl.vda.it);
  • al termine dei cinque giorni di isolamento devono effettuare un ulteriore test molecolare o antigenico (il cui referto  verrà  inviato a rientriestero@ausl.vda.it).

La Presidenza della Regione ricorda inoltre che durante le festività pasquali (sabato 3, domenica 4 e lunedì 5 aprile 2021) è consentito recarsi presso un’altra abitazione privata, all’interno del territorio regionale, solo una volta al giorno, tra le ore 5 e le 22, in massimo 2 persone, eventualmente in compagnia di figli minori di 14 anni e persone disabili o non autosufficienti conviventi.