Skip to main content

Cronaca

Coronavirus - Famiglia valdostana messa in quarantena

- 0 Comments

Proseguono due volte al giorno gli aggiornamenti dall'Unità di Crisi dalla Protezione Civile, questa sera è stato reso noto che una famiglia valdostana di tre persone è stata messa in quarantena nell'ambito delle misure di sicurezza per l'emergenza Coronavirus. Lo ha detto il presidente della Regione, Renzo Testolin "Tutti e tre sono in buone condizioni - ha aggiunto - e sono stati sottoposti all'isolamento precauzionale in quanto sono transitati nelle scorse settimane in una zona colpita dal virus"

"Il territorio ha la necessità di essere gestito in maniera omogenea, con iniziative calibrate sulla situazione specifica delle varie regioni - ha spiegato Testolin - per quanto attiene alle diverse ordinanze finora emanate, la Valle d’Aosta, non avendo al momento situazioni conclamate sul territorio, ha mostrato un comportamento virtuoso, attenendosi e, in qualche modo, anticipando, le indicazioni della circolare esplicativa che dovrebbe essere inviata a breve a tutte le regioni per raccomandare chiarezza evitando iniziative che potrebbero essere controproducenti sia dal punto di vista dell'impatto emotivo sulla popolazione sia dal punto di vista economico e sociale, con evidenti ripercussioni sul nostro sistema produttivo.

Le iniziative e le varie attività economiche e sociali previste sul territorio valdostano non hanno avuto e non subiscono, ad oggi, alcun provvedimento restrittivo. 

Anche per quanto riguarda le scuole nulla è cambiato: viene confermato il calendario scolastico vigente.

Sono invece sospese le uscite e gite al di fuori del territorio regionale, quindi in altre regioni e estero, poiché è stato previsto dalla circolare del Ministro dell’Istruzione. Confermate invece le gite all’interno del territorio regionale.

Si rammenta la chiusura dell’Università della Valle d’Aosta, del Conservatorio regionale e della Scuola per la formazione musicale-Sfom della Valle d’Aosta fino a sabato, adottata anche in ragione del fatto che i tre istituti hanno docenti e studenti provenienti da fuori valle.

La Regione ricorda che chi avesse sintomi influenzali o problemi respiratori non deve recarsi al pronto soccorso ma deve contattare il numero 112 e, in caso di possibile esposizione al coronavirus, verrà valutato dal personale sanitario e sottoposto a tampone nasale e faringeo per la diagnosi.

Per informazioni è possibile contattare il numero telefonico gratuito del Ministero della Salute 1500 o il NUMERO VERDE 800.122.121, attivo dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 13 alle ore 18 solo per la Valle d'Aosta.

Ulteriori informazioni possono essere reperite sul sito della Regione.