Skip to main content

Politica e Istituzioni

Consiglio Valle - I punti all'ordine del giorno

- 0 Comments

Il Consiglio regionale è convocato in sessione ordinaria mercoledì 24 e giovedì 25 febbraio, a partire dalle ore 9, per discutere un ordine del giorno composto di 49 oggetti.

I Consiglieri esamineranno la prima tranche di proposte di modifica del Regolamento interno per il funzionamento del Consiglio regionale, la cui trattazione è stata rinviata dalle precedenti adunanze consiliari.  L'Assemblea sarà inoltre chiamata a nominare i Revisori dei conti per il controllo del rendiconto generale della Regione per l'esercizio 2020.

Riguardo all'attività legislativa, è stato iscritto il disegno di legge recante un ulteriore finanziamento delle agevolazioni tariffarie straordinarie per il trasporto pubblico locale correlate all’emergenza COVID-19: sul testo, presentato dalla Giunta il 10 febbraio scorso, la seconda Commissione "Affari generali" ha espresso parere favorevole all'unanimità il 18 febbraio.

Le interrogazioni

Per quanto riguarda l'attività ispettiva, sono state poste 14 interrogazioni, di cui una congiunta: i gruppi Lega Vallée d'Aoste e Pour l'Autonomie vogliono fare il punto sulle modalità di organizzazione dell'ultima edizione della Foire de Saint'Ours.

Dodici interrogazioni sono state poste dal gruppo Lega Vallée d'Aoste: disservizi del centro unico prenotazioni per le visite mediche; monitoraggio dell'attività di predazione del lupo sul territorio valdostano; ruolo riservato allo sport nelle linee programmatiche di governo; differenze tra il piano vaccinale predisposto dall'Azienda USL e il piano vaccinale approvato dalla Giunta regionale; interlocuzioni con le rappresentanze sindacali e di categoria della polizia locale per l'adeguamento dell'inquadramento contrattuale e salariale; risultati raggiunti e costi sostenuti nelle azioni di ricerca, di tutela e di valorizzazione dell'area destinata all'ampliamento dell'ospedale Parini; piano di controllo e monitoraggio delle infrastrutture regionali; assistenza ai pazienti assegnatari di presidi per il monitoraggio del diabete da parte dell'Azienda USL; mancata erogazione degli stipendi al personale della ditta che gestisce i bar all'interno dei presidi ospedalieri regionali; situation du dossier de candidature des "Alpes Walser" à patrimoine culturel immatériel au sein de l'UNESCO; mantenimento dell'ospedale da campo e relativo utilizzo; valutazioni in seguito ai fatti di Pont-Saint-Martin in ragione delle prerogative statutarie in materia di altre deleghe prefettizie e di enti locali.

Tre interrogazioni sono invece a firma del gruppo Pour l'Autonomie: la prima in merito all'eventuale utilizzo della somministrazione di lavoro per l'assunzione di nuovo personale regionale, la seconda sulla nuova collocazione delle attività sportive svolte al Palaindoor; notizie in merito alla mancata presentazione del Programma di gestione pluriennale di attività di spesa per la realizzazione del presidio ospedaliero per acuti Umberto Parini.

Le interpellanze

Delle venti interpellanze iscritte all'ordine del giorno, sedici sono del gruppo Lega Vallée d'Aoste e riguardano: valutazione dei carichi di lavoro e metodologia per la definizione delle risorse di personale da assegnare alle strutture dell'Azienda USL; segnalazione dell'Associazione valdostana autismo nei confronti del gestore del servizio trasporto disabili; criticità presenti presso il consultorio di Verrès; tutela della carne valdostana; intendimenti per garantire un alloggio adatto a un soggetto con disabilità; rilancio del settore dell'edilizia abitativa; costi di utilizzo delle tratte autostradali regionali; fruibilità del servizio presente nel sito internet della Regione relativo ai luoghi di conferimento di materiali di risulta da demolizione e lavorazione ad oggi attivi; indirizzi del Governo regionale in ordine alla esternalizzazione dei servizi di assistenza domiciliare per anziani e inabili; proposta di una norma di attuazione volta alla soppressione dalla bolletta elettrica della componente tariffaria a favore dello Stato; strategie per evitare criticità negli affidi di minori; insufficienza di posti presso il convitto regionale Chabod per gli studenti provenienti dai comuni dell'Unité Valdigne-Mont Blanc; rispetto delle convenzioni in essere con le associazioni sportive che svolgono la loro attività all'interno del Palaindoor; coinvolgimento delle competenti Commissioni consiliari, delle associazioni di categoria e professionali e dei portatori di interesse nella stesura del Piano di sviluppo rurale (PSR) 2021-2027; riforma della legge regionale 22/2010 in materia di organizzazione dell'Amministrazione regionale; ripresa dei lavori riguardanti la variante sulla Strada statale 27 tra Etroubles e Saint-Oyen.

Quattro sono invece le interpellanze depositate dal gruppo Pour l'Autonomie: illustrazione del piano industriale di CVA Spa nella Commissione consiliare competente; reclutamento del personale docente ed educativo delle istituzioni scolastiche; utilizzo di apparecchiature elettroniche per le operazioni di voto e di scrutinio nelle prossime consultazioni regionali; intendimenti in merito alla vendita della Casinò de la Vallée Spa.

Le mozioni

Infine, il Consiglio discuterà quattro mozioni a firma del gruppo Lega Vallée d'Aoste: nouvelle orientation à la Maison du Val d'Aoste; costituzione di un tavolo di lavoro dedicato all'analisi dell'utilizzo della tecnologia dell'idrogeno nelle politiche di mobilità sostenibile nonché nel trasporto pubblico ferroviario; azioni tempestive per il ripristino del servizio radiologico al poliambulatorio di Donnas; inserimento nel nuovo capitolato d'appalto del trasporto pubblico di linea di una formazione specifica per il servizio disabili.

Vista la situazione di emergenza epidemiologica da Covid-19, l'adunanza consiliare non è aperta al pubblico, ma è trasmessa sul sito del Consiglio regionale, sul canale YouTube del Consiglio oltre che sul canale televisivo TV Vallée (canale 15 del digitale terrestre).