Skip to main content

Politica e Istituzioni

Consiglio Valle, approvata mozione in solidarietà a indipendentisti corsi

- 0 Comments

Il Consiglio regionale della Valle d'Aosta ha approvato all'unanimità una mozione di solidarietà al popolo corso, presentata dalla Lega ed emendata in aula dal Presidente della Regione, Erik Lavevaz. Il documento dovrà essere trasmesso alle autorità francesi e corse dai Presidenti del Consiglio Valle e della Regione.

"Già nel XVIII secolo il popolo corso chiedeva l'indipendenza dalla Repubblica di Genova - spiega in aula il vicecapogruppo della Lega Stefano Aggravi - e questa speranza politica è cresciuta nel tempo, portando negli anni '70 alla formazione di diversi gruppi e partiti regionalisti che chiedevano l'indipendenza, questa volta dallo Stato francese", dando vita "ad una resistenza violenta".

Eventi che si sono accentuati nei mesi scorsi, dopo la morte nella prigione di Arles, di Yvan Colonna, condannato per l'assassinio, nel 1998, del prefetto della Corsica Claude Erignac. Colonna è morto dopo aver subito un'aggressione da parte di un suo compagno di prigione: l'evento ha attirato l'attenzione ministro degli Interni francese Gérald Darmanin che in una sua recente visita in Corsica "si è detto pronto a spingersi fino all'autonomia", dice Aggravi.

"È urgente trovare soluzioni alla questione corsa", afferma Lavevaz, precisando che "i disordini in Corsica, in seguito alla morte di Yvan Colonna hanno infiammato non solo l'isola, ma anche il dibattito della campagna elettorale presidenziale francese".

A questo proposito, "speriamo che la possibilità di dare alla Corsica una maggiore autonomia trovi applicazione con la sconfitta dell'ultradestra nazionalista di Marine Le Pen e l'elezione del Presidente Emmanuel Macron", conclude il presidente del Consiglio Valle Alberto Bertin.