Skip to main content

Politica e Istituzioni

Consiglio Regionale - I punti all'ordine del giorno

- 0 Comments

Il Consiglio regionale è convocato in sessione ordinaria mercoledì 4 e giovedì 5 novembre 2020, a partire dalle 9, per discutere un ordine del giorno composto di 38 oggetti, tra cui 6 interrogazioni, 22 interpellanze e 4 mozioni.

I Consiglieri dovranno inoltre procedere alla designazione dei rappresentanti della Regione all'interno del Comitato scientifico della Fondazione Centro di studi storico-letterari Natalino Sapegno.

Le interrogazioni

Tutte le sei interrogazioni sono state poste dal gruppo Lega Vallée d'Aoste per chiedere notizie su: stato di attuazione delle misure per contrastare gli effetti dell’emergenza da Covid-19 istituite con la legge regionale n. 8/2020; procedura di ampliamento dei confini dell'Ente Parco Naturale Mont Avic; tempistica degli interventi da realizzare nella strada regionale n. 41 tra il comune di Saint-Nicolas e l'abitato di Vétan nel comune di Saint-Pierre; definizione della nuova struttura organizzativa dell'Amministrazione regionale, con riferimento alle competenze in materia di rapporti e controllo delle attività di gioco svolte all'interno della Casinò de la Vallée; azioni per garantire un insegnante di sostegno agli alunni con disabilità nel caso di attivazione della didattica a distanza (DAD); stato di realizzazione del piano di riorganizzazione della rete ospedaliera.

Le interpellanze

Il Gruppo Lega Vallée d'Aoste ne ha presentate venti: valutazione delle competenze e del personale assegnato al Centro regionale di farmaco vigilanza; salvaguardia del patrimonio archeologico della città di Aosta; eventuale chiusura degli ambulatori ospedalieri e delle sale operatorie; applicazione di garanzie nei confronti di chi acquista skipass stagionali o plurigiornalieri in caso di limitazioni dovute alla situazione epidemiologica da Covid-19; tutela della carne valdostana; interventi e supporto delle attività di intrattenimento; intendimenti del Governo regionale in merito a eventuali misure di risarcimento nei confronti delle attività economiche situate nei tre comuni valdostani interessati dalla zona rossa; ulteriore disponibilità di fondi previsti dalla legge regionale n. 8/2020 a favore delle associazioni di Protezione Civile; previsione di test diagnostici per gli insegnanti a garanzia del regolare svolgimento delle lezioni; procedure per la riassegnazione delle autorizzazioni alle società a partecipazione interamente pubblica; protocolli sanitari da applicare in caso di contagio da Covid-19 negli alpeggi; misure per sopperire alla mancanza di un centro Covid ospedaliero; situation des minorités linguistiques en Vallée d'Aoste; proroga della misura prevista dall'articolo 71, comma 1, della legge regionale n. 8/2020 a favore degli assegnatari di alloggi di edilizia residenziale pubblica; individuazione di un piano strategico di azioni a sostegno del settore turistico-ricettivo; avvio di un piano strategico di azioni a sostegno del settore del commercio; definizione di un piano di emergenza a favore delle attività turistiche; sottoscrizione del protocollo di intesa con il Ministero della giustizia in materia di sanità carceraria; piano di interventi per l'individuazione di strutture per pazienti Covid dimissibili; protocolli sanitari da applicare per l'attività di commercio di vitelli in caso di lockdown generalizzato.

Il Gruppo Pour l'Autonomie ne ha presentate due: la prima affronta il modello organizzativo in materia di edilizia residenziale pubblica; la seconda gli intendimenti per risolvere il problema del precariato nella scuola valdostana.

Le mozioni

I gruppi Lega Vallée d'Aoste e Pour l'Autonomie ne hanno presentata una congiunta in merito all'avvio di una interlocuzione con il Governo nazionale per la definizione della controversia riguardante i confini del Monte Bianco.

Le altre tre mozioni sono state depositate dal gruppo Lega Vallée d'Aoste e sono volte al potenziamento della stazione aeroportuale attraverso la creazione di un centro di manutenzione tecnica per aeromobili; all'attivazione di un tavolo di contrattazione con le Organizzazioni sindacali per l'individuazione delle risorse destinate ai fondi incentivanti conseguenti all'emergenza epidemiologica da Covid-19; a impegnare il Presidente del Consiglio regionale a garantire terzietà e imparzialità nei confronti di tutte le parti politiche.

Vista la situazione di emergenza epidemiologica da Covid-19, l'adunanza consiliare non è aperta al pubblico, ma è trasmessa sul sito del Consiglio regionale, sul canale YouTube del Consiglio oltre che sul canale televisivo TV Vallée (canale 15 del digitale terrestre).