Skip to main content

Politica e Istituzioni

Confcommercio e l'Arma dei Carabinieri di Aosta, insieme per tutelare la legalità

- 0 Comments

Durante la giornata di martedì 19 ottobre, Il Tenente Colonnello dell'Arma dei Carabinieri, Giovanni Cuccurullo, ed il Presidente di Confcommercio Vda Dominidiato hanno preso parte ad un incontro istituzionale con l'obiettivo di approfondire il protocollo di intesa per una reciproca collaborazione nello sviluppo della cultura della legalità e della sicurezza, stabilendo le azioni comuni per l'applicazione in Valle d'Aosta.

Dominidiato, nel corso dell'incontro, ha così affermato: "L‘iniziativa voluta dal nostro Presidente nazionale, Carlo Sangalli, per la tutela degli associati e dell’economia ha come obiettivo quello di contribuire a prevenire le infiltrazioni della criminalità organizzata nell’economia legale, la sensibilizzazione sui fenomeni vessatori del settore economico in questo delicato momento pandemico".

Cuccurullo si è così espresso: "L’Arma è da sempre vicina ai cittadini ed ai commercianti per far accrescere il senso di fiducia e la necessaria collaborazione a sviluppare la cultura della legalità, del rispetto, per la sicurezza di tutta la comunità".

Inoltre, nel secondo incontro di oggi, mercoledì 20 ottobre, è stata ribadita a livello locale l'intesa - già siglata a Roma il 22 luglio scorso- nella sede del Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri, che prevede studi, ricerche, convegni e iniziative di fomazione, finalizzati alla prevenzione delle infiltrazioni della criminalità organizzata in ambito di economia legale: le forze dell'ordine si avverranno di rappresentati qualificati del 'Raggruppamento Operativo Speciale', dei 'Reparti Operativi', del 'Comando per la Tutela Ambientale e Transizione Ecologica' e del 'Comando per la Tutela della Salute', con l'obiettivo di rendere fruibili all'interesse collettivo le competenze che contraddistinguono la stessa istituzione.

Nel colloquio, il Presidente di Confcommercio Vda, Graziano Dominidiato ha affermato: “Vogliamo tutelare i nostri associati e l’economia legale tutta e contribuire a prevenire le infiltrazioni della criminalità organizzata”. Il tenente Colonnello Cuccurullo invece ha ribadito: “L’obiettivo è sviluppare la cultura della legalità e della sicurezza. L’intesa prevede studi, ricerche, convegni e iniziative di formazione come si legge nel testo del patto di collaborazione, finalizzato alla prevenzione delle infiltrazioni della criminalità organizzata nell’economia legale”.

Con il medesimo protocollo si rafforza il percorso di promozione della legalità - organizzate nelle Giornate della 'Legalità Ci Piace' - gestite annualmente da Confcommercio. In questo contesto, Dominidiato evidenzia che il protocollo è significativo perché si conoscono gli aspetti più insidiosi dell'illegalità, mentre l'ufficiale Cuccurullo sottolinea che tale protocollo non risolve il problema della legalità ma è un modo giusto per trasmettere fiducia agli imprenditori, affermando che l'Arma dei Carabinieri è presente per tutelare le aziende.

Un altro punto importante affrontato durante il dialogo consiste nel tema su possibili infiltrazioni a causa della pandemia: "Abbiamo l’impressione, confermata anche da un questionario anonimo, che tra i nostri associati non vi siano casi di tentata infiltrazione per rilevare le aziende in difficoltà"- ha affermato Dominidiato -, aggiungendo "Dal questionario è emerso che i nostri associati hanno ritardato i pagamenti ai fornitori ma non si sono messi nelle mani degli strozzini”. Dominidiato ha poi dato atto agli istituti di credito “di particolare attenzione alle esigenze di liquidità dei nostri soci anche perché si trattava di richieste di modesto importo, 10/15 mila euro”.

Non è mancato l'intervento del Tenente Colonnello sul punto che ha detto: "l’intesa firmata a livello nazionale cristallizza la collaborazione da tempo in atto tra Confcommercio nazionale e l’Arma, accrescendo la fiducia negli operatori economici". Ha inoltre evidenziato la necessità di 'tenere alta la guardia' - nonostante "si vive in un'isola felice"- affermando che l'Arma dei carabinieri proseguirà l'attività di controllo contro gli atti di vandalismo, furti e violenze di genere. 

L'incontro di ieri tra il Comandante dell'Arma e del Presidente di Confcommercio VdA è servito a rinsaldare i rapporti con le forze dell'ordine - e rilanciare la campagna sui temi della sicurezza e legalità - sottolineando che Confcommercio dialoga a stretto rapporto con le istituzioni, Enti Pubblici e privati, imprese e associazioni in lotta con la criminalità.