Skip to main content

Comuni e Territorio

Cervino Ski Paradise, numeri da record per la lunga stagione invernale

- 0 Comments

Si è chiusa il 1° maggio, dopo oltre sei mesi, la lunghissima stagione invernale del Cervino Ski Paradise, iniziata il 16 ottobre 2021 tra mille incognite e regole del tutto nuove e non sperimentate prima e in cui il comprensorio di Breuil-Cervinia, prima grande stazione delle Alpi italiane ad aprire i suoi impianti, ha fatto da “apripista”, diventando il punto di riferimento per tutto il movimento sciistico nazionale.

Mentre numerosi comprensori sciistici sono stati messi in difficoltà - oltre che dalle limitazioni per la pandemia - da precipitazioni nevose molto scarse, grazie alle condizioni meteoclimatiche particolari e alla quota delle sue piste, che dai 2’050 metri di Breuil-Cervinia si spingono fino ai 3’800, il Cervino Ski Paradise ha invece potuto portare a termine regolarmente la stagione facendo peraltro registrare numeri da record, del tutto inaspettati dopo la lunga pausa forzata.

Gli 867.000 primi ingressi hanno generato un fatturato di Euro 33.633.000, superiore persino a quello di una stagione ottima come la 2018/19, che fece registrare un fatturato di Euro 31.587.000.

Un inverno, dunque, all’insegna dei grandi successi per Cervino S.p.A. chiuso nel segno dei grandi eventi (Cervino Snow Bike Show, Red Bull Reine Blanche, MTV Snowball Cervinia, Swimwear Ski Parade) che lascia il passo all'estate (gli impianti riapriranno il 25 giugno anche per lo sci estivo sul ghiacciaio di Plateau Rosa) e alla preparazione degli appuntamenti della stagione invernale 2022/23, tra cui spiccano le quattro gare del Matterhorn Cervino Speed Opening, il primo appuntamento transfrontaliero della storia della Coppa del Mondo di Sci (29-30 ottobre e 5-6 novembre 2022).

Il Presidente e Amministratore Delegato, Herbert Tovagliari, ha commentato: “Più di sei mesi fa Cervino S.p.A. ha inaugurato la stagione invernale sull’arco alpino in un clima di incertezza e dovendo affrontare una situazione estremamente complicata; oggi ci troviamo a commentare la fine della stagione avendo raggiunto un risultato da record” grazie ad “azioni mirate e puntuali, tanta professionalità e l’impegno di tutta la Società, che hanno permesso di raggiungere traguardi che all’inizio dell’inverno avremmo considerato irrealizzabili, consentendoci di affrontare serenamente il prossimo futuro”.