REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Celebrato anche ad Aosta il 249° anniversario di fondazione della Guardia di Finanza

di Redazione

di Redazione

Anche quest’anno le celebrazioni dell’Anniversario di Fondazione del Corpo si sono svolte presso la caserma ‘Emanuele Filiberto di Savoia Duca d’Aosta’ di Torino, nel corso di una cerimonia alla quale sono state invitate le massime Autorità regionali del Piemonte e della Valle d’Aosta.

Presso la caserma ‘Giovanni Eliseo Luboz’ di Aosta, durante una breve cerimonia a carattere esclusivamente interno, è stata inoltre deposta una corona di alloro in onore di tutti i caduti delle Fiamme Gialle.

Impegno contro la criminalità a tutela di cittadini e imprese

Nel 2022 e nei primi cinque mesi del 2023, la Guardia di Finanza di Aosta ha eseguito 2.232 interventi ispettivi per contrastare gli illeciti economico-finanziari e le infiltrazioni della criminalità nell’economia: un impegno ‘a tutto campo’ a tutela di famiglie e imprese, destinato ad intensificarsi ulteriormente per garantire la corretta destinazione delle risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Contrasto dell’evasione fiscale e delle frodi sui crediti d’imposta 

Nel settore del contrasto dell’evasione fiscale, sono stati individuati 12 evasori totali, ossia esercenti attività d’impresa o di lavoro autonomo completamente sconosciuti al fisco e 34 lavoratori in ‘nero’.

Sono state inoltre individuate, nel contesto di una mirata analisi a livello locale sviluppata in sinergia con la Direzione Regionale dell’INPS, 145 posizioni riferite a lavoratori domestici (cd. ‘badanti’) in regola con il rapporto di collaborazione e con il versamento delle ritenute previdenziali, ma inadempienti sotto il profilo della presentazione delle dichiarazioni fiscali ai fini IRPEF per le annualità che vanno dal 2016 al 2021.

I 297 interventi ispettivi in materia di imposte dirette ed IVA hanno permesso di denunciare 11 soggetti per reati fiscali, nessuno dei quali tratto in arresto. Il valore delle proposte di sequestro per reati fiscali è di 3.024.823 euro.

Sono stati eseguiti n. 22 interventi in materia di accise e a tutela del mercato dei carburanti, mentre gli interventi eseguiti nel settore del contrasto degli illeciti doganali, 163 in totale, hanno portato alla denuncia di 15 soggetti e alla constatazione di 164 violazioni amministrative. Nel settore del gioco illegale ed irregolare, sono stati eseguiti 10 controlli, con la constatazione di 11 violazioni in materia di apparecchi e congegni da divertimento ed intrattenimento. In materia di indebite compensazioni di crediti d’imposta sono stati eseguiti 30 interventi che hanno permesso di individuare crediti inesistenti per complessivi 111.978 euro.

Tutela della spesa pubblica 

L’attività della Guardia di Finanza nel comparto della tutela della spesa pubblica è orientata a vigilare sul corretto utilizzo delle risorse nazionali e dell’Unione europea per la realizzazione di interventi a sostegno di imprese e famiglie.

Le direttive impartite per il corrente anno mirano, in particolare, al presidio dei progetti e degli investimenti finanziati con risorse del PNRR. Ciò anche in ragione del ruolo affidato al Corpo nell’ambito del sistema di governance del Piano. 

Con riferimento all’indebita percezione di finanziamenti nazionali sono stati effettuati complessivi 63 interventi, che hanno portato alla denuncia di 6 soggetti e alla constatazione di 2 violazioni amministrative. In materia di indebita percezione di fondi comunitari sono stati denunciati 5 soggetti, uno dei quali tratto in arresto, per una frode totale accertata pari ad € 214.630.

In tema di responsabilità amministrativa sono stati segnalati alla Procura Regionale della Corte dei Conti di Aosta danni erariali per 15.379.313 euro, a carico di 34 soggetti. In materia di reddito di cittadinanza sono stati effettuati 65 controlli, conclusisi con la denuncia di 3 soggetti; i contributi indebitamente percepiti ammontano a 8.961 euro. Per quanto concerne il settore dei reati contro la Pubblica Amministrazione sono stati complessivamente denunciati 14 soggetti, 5 dei quali tratti in arresto.

Nel 2023 sono stati infine avviati i primi controlli in materia di PNRR, attivati in virtù del Protocollo d’Intesa siglato con la Regione Autonoma Valle d’Aosta ed il C.E.L.V.A, finalizzato a sviluppare una collaborazione a salvaguardia della legalità dell’utilizzo delle risorse derivanti dal piano nazionale di ripresa e resilienza.

Contrasto della criminalità economico-finanziaria 

In materia prevenzione dell’utilizzo del sistema finanziario a scopo di riciclaggio, sono state: 
– eseguite 29 attività ispettive nei confronti dei cosiddetti ‘soggetti obbligati’ (intermediari finanziari, professionisti, agenzie immobiliari, money transfer, esercenti dei servizi di gioco e compro-oro), che si sono concluse con la contestazione di 6 violazioni amministrative;
– approfondite svariate segnalazioni di operazioni sospette, da cui è scaturita la constatazione di 94 violazioni amministrative in materia di limitazioni all’utilizzo di denaro contante.

I controlli eseguiti ai confini terrestri volti a verificare il rispetto delle norme sulla circolazione transfrontaliera di valuta da parte dei soggetti in entrata e/o in uscita dal territorio nazionale, 54 in totale, hanno, poi, consentito di intercettare illecite movimentazioni per 864.092 euro, con il conseguente accertamento, nel complesso, di 51 violazioni. Sono stati eseguiti 637 accertamenti a seguito di richieste pervenute dalla locale Questura, riferiti alle verifiche funzionali al rilascio della documentazione antimafia. 

Sul versante della contraffazione sono stati sottoposti a sequestro 163.935 prodotti contraffatti, con falsa indicazione del Made in Italy e non sicuri.

Sono stati effettuati 134 interventi in materia di stupefacenti che hanno portato alla verbalizzazione di altrettanti soggetti, di cui 4 denunciati. Nel complesso sono stati sequestrati 823 g di sostanze stupefacenti e psicotrope (di cui 792 g di hashish e marijuana, 5 g di cocaina, 14 g di eroina e 12 g di droghe sintetiche).

Operazioni di soccorso e concorso nei servizi di ordine e sicurezza pubblica 

Prosegue la quotidiana azione di soccorso della componente specialista della Guardia di Finanza, impegnata nella salvaguardia della vita umana in ambiente montano.

Le Stazioni del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza (S.A.G.F.) di Cervinia ed Entreves – composte da militari altamente specializzati in grado di operare in ambiente montano, impervio e non antropizzato e da unità cinofile da soccorso – hanno eseguito complessivamente 219 interventi che hanno permesso di portare in salvo 398 persone e di recuperare 28 salme. 

Con riferimento agli incidenti mortali, il personale specializzato S.A.G.F. ha posto in essere, in ragione delle precipue attribuzioni di Polizia Giudiziaria, le conseguenti attività d’indagine delegate dalla Procura della Repubblica di Aosta.

Nel periodo in riferimento sono state impiegate 2.812 pattuglie in attività di controllo economico del territorio, nonché di concorso al mantenimento dell’ordine e sicurezza pubblica congiuntamente alle altre Forze di Polizia.