Skip to main content

Politica e Istituzioni

Cattedre vuote - La Sovraintendenza agli Studi risponde ai Professori precari

- 0 Comments

"Lunedì 14 settembre gli alunni rientreranno in classe con la quasi totalità degli insegnanti, così come sempre avvenuto anche negli anni scolastici passati, nonostante le maggiori difficoltà organizzative derivanti dall’emergenza sanitaria da Covid-19 e dal maggior numero di supplenze da conferire, proprio per effetto del potenziamento dell’organico del personale insegnante disposto, per l’anno scolastico 2020/2021, per agevolare l’attuazione delle misure necessarie per la ripresa delle attività scolastiche in sicurezza" così la Sovraintendenza agli studi risponde agli insegnanti precari che ieri hanno denunciato la problematica delle cattedre vuote nella nostra Regione.

"Contrariamente a quanto asserito - spiega la Sovraintendenza - le cattedre vuote della scuola secondaria non sono affatto 241, ma sulla base dei dati in possesso della Struttura personale scolastico alla data odierna risultano circa 70 posti da conferire su un totale di oltre 1300 posti nella scuola secondaria di primo e di secondo grado, dato ben diverso. Le segreterie scolastiche stanno, inoltre, continuando con assiduità a contattare i docenti interessati per dare copertura entro l’inizio delle lezioni anche a queste ultime supplenze residuate" e rassicura "le famiglie e gli studenti sull’inesistenza del “disastro annunciato” dal Coordinamento professori senza cattedra".