REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Categoria: Politica e Istituzioni

Il caso “Aido” sbarca in Consiglio Regionale

Continua lo scontro intorno al “caso Aido Valle d’Aosta”, l’Associazione italiana dei donatori di organi, vistasi commissariare – non senza polemiche – dal nazionale nelle scorse settimane. Il livello nazionale dell’associazione poi avrebbe anche impedito il rinnovo del tesseramento ad alcuni storici dirigenti locali. La diatriba sbarca nel Consiglio Valle – previsto domani

Maggioranza regionale, è crisi senza fine: slitta ancora incontro tra UV e alleati

Non si vede luce nel rimpasto a 18 della risicata maggioranza Lavevaz, dopo il “caso Testolin”. Proprio Testolin – dopo esservi visto rimbalzare dalla carica di Presidente della Regione agli alleati di governo dell’UV – oggi ha confermato il proprio diniego all’ingresso in Giunta in qualsiasi scranno. Il quadro però è complicato dall’ennesimo

RV serra i ranghi e aggiusta il tiro: “risultati positivi alle politiche”. Girardini: “ci rivolgiamo agli astenuti”

Torna a riunirsi l’assemblea di Renaissance Valdôtaine dopo il voto alle elezioni politiche. Giovedì 10 novembre, infatti, si sono riuniti i militanti del movimento che hanno sottolineato – al contrario di quanto avvenuto in un primo momento – “un riscontro elettorale molto positivo” rispetto alle elezioni politiche.  Due circostanze in particolare sono state sottolineate

Staffetta Lavevaz-Testolin abortita, opposizioni scatenate. Lega: “spettacolo imbarazzante”, Forza Italia: “famiglie e imprese aspettano”

La staffetta alla Presidenza Lavevaz-Testolin è abortita sul nascere, ed ora le opposizioni si scatenano. Parte la Lega Vallée d’Aoste – che aveva annunciato l’astenzione dalle iniziative per “vacatio” del Presidente –  sottolineando un dietrofront: “nel prossimo Consiglio regionale i Consiglieri della Lega Vallée d’Aoste chiederanno conto al Presidente sfiduciato, e improvvisamente ritrovatosi

Istituito il tavolo ministeriale sulla montagna. Spelgatti: “il nostro territorio avrà lo spazio che merita”

Tematiche importanti e complesse attinenti alle aree montane sono state al centro del primo tavolo sulla montagna istituito dal Ministero per gli Affari Regionali guidato da Roberto Calderoli. Presente il neo Senatore del Centrodestra Unito valdostano, Nicoletta Spelgatti, che ha così commentato l’iniziativa: “come rappresentante della Regione Valle D’Aosta ho partecipato ieri al

Regione, battuta d’arresto per il colpo di mano alla presidenza di Testolin. Muro di gomma degli alleati UV intorno a Lavevaz…

Il colpo di mano alla Presidenza della Regione di Renzo Testolin pare aver ricevuto una dura battuta d’arresto. Sembrava fatta e invece proprio dagli alleati dell’esecutivo a trazione unionista si è alzato un muro di gomma in difesa di Erik Lavevaz, o forse più di alcuni Assessori che verrebbero ridimensionati dall’eventuale rimpasto.  Prima

Anche la Lega contro Caveri: “sui docenti parole gravi, si scusi pubblicamente”

Anche la Lega VdA si schiera dalla parte dei docenti dopo che l’Assessore regionale all’Istruzione Caveri li ha definiti – quantomeno quota parte incapace di utilizzare la piattaforma digitale oggetto di controversia – “casi umani” e “analfabeti digitali”.  “Forse l’Assessore, prima di lanciarsi in dichiarazioni che sono di una gravità assoluta, avrebbe dovuto

Anche PAS contro le affermazioni di Caveri: “pensi a far insegnare la civilitation valdôtaine nelle scuole”

E’ un ribollire di dichiarazioni, anche da parte dei movimenti politici, in merito alle esternazioni dell’Assessore Caveri sulle competenze digitali dei professori. Arriva anche il commento di PAS, il movimento indipendentista valdostano, che stigmazza così le affermazioni dell’Assessore: “Pays d’Aoste Souverain esprime perplessità sull’operato dell’Assessore Caveri che nell’ultimo anno pare essere più occupato

Consiglio Valle, anche Pl’A annuncia astensione dal presentare iniziative ispettive

Anche Pour l’Autonomie annuncia – in risposta all’empasse della maggioranza Lavevaz – “di non ritenere opportuno presentare iniziative per il prossimo Consiglio regionale in calendario per il 16 e 17 novembre 2022”. Secondo Pl’A il Presidente Lavevaz, per sua stessa ammissione, non sarebbe più in grado di prendere impegni politici sull’operato del proprio