Skip to main content

Politica e Istituzioni

Carenza di personale negli uffici del Tribunale di Aosta: Lavevaz propone protocollo d’intesa

- 0 Comments

Cronica carenza di personale negli uffici del Tribunale di Aosta e riduzione degli orari di apertura dell’ufficio del Giudice di Pace: è questa la situazione nel Tribunale di Aosta, che sta creando gravi disservizi e disagi sia agli utenti che a tutti gli operatori del settore.

"È una problematica oggettivamente grave e che la Regione segue con particolare attenzione", ha detto ieri in Consiglio Valle il Presidente della Regione Erik Lavevaz, rispondendo ad un'interpellanza presentata dal Consigliere della Lega Paolo Sammaritani.

Lavevaz ha spiegato che "dal 2008 l'amministrazione regionale mette a disposizione ogni anno una decina di unità di proprio personale amministrativo in regime di distacco presso Tribunale e Procura, per una media di 500.000 euro annui (sette milioni nel periodo 2008-2021)". E, ribadendo di aver più volte segnalato il problema al ministero della Giustizia, il Presidente ha proposto "di dare organicità a questo tipo di aiuto attraverso la definizione di un protocollo di intesa", tenendo conto anche delle "note criticità di personale dell'amministrazione regionale che rendono sempre più difficile per le strutture rinunciare al personale loro assegnato".

Il Presidente ha poi ricordato che lo Stato “ha bandito un concorso a febbraio 2020 per la copertura di sette unità di personale presso gli uffici giudiziari aventi sede in Valle d'Aosta, mai espletato: questo potrebbe essere un passaggio per risolvere almeno in parte le difficoltà che questi uffici hanno, ma la fine della Legislatura del Parlamento rischia di vanificare il percorso”.

Per Sammaritani “la predisposizione di un protocollo è una strada da coltivare con estrema urgenza, perché i ritardi della giustizia sono inaccettabili per un paese civile”.