REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Bonus mamme, per il SAVT la norma “discrimina le madri lavoratrici a tempo determinato”

di Redazione

di Redazione

La segreteria confederale del SAVT critica verso le disposizioni della legge di bilancio dello Stato, che prevedono il totale esonero contributivo per alcune categorie di lavoratrici madri – con due o tre figli a carico – sostenendo come in esse vi sia “una grave iniquità di trattamento”. Tale beneficio non è infatti riconosciuto alle lavoratrici con contratto a tempo determinato. 

Per il sindacato, infatti, “ai precari andrebbe riservata una particolare attenzione proprio per le loro condizioni di incertezza lavorativa e contrattuale, soprattutto nei settori dove il precariato si trascina lungamente nel corso degli anni”. 

La segreteria del SAVT chiede dunque “a tutti i parlamentari e, in particolare, al Deputato e alla Senatrice eletti in Valle d’Aosta di continuare ad adoperarsi, nell’ambito del loro mandato, per una riconsiderazione della norma che riconosca la condizione di madre e dei diritti ad essa collegati in chiave universale”.