REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Bonus ai docenti precari, parziale soddisfazione di FLC CGIL VdA: “auspicavamo sforzo in più”

di Redazione

di Redazione

Dopo l’approvazione in Consiglio regionale del riconoscimento dell’importo 500 euro per la formazione dei docenti assunti a tempo determinato per gli anni scolastici dal 2016-17 al 2022-23, arriva la parziale soddisfazione della FLC CGIL Valle d’Aosta e di altre Organizzazioni Sindacali della Valle d’Aosta. 

La segreteria FLC CGIL, in particolare, sottolinea come “questa vertenza abbia assunto, sin dal suo avvio, un valore politico, in particolare perché si scardina il principio discriminatorio nei confronti del personale precario stabilito dalla L 107//2015 e dalla legge regionale 18/2016”; in termini generali perché “viene affermato il principio per cui i docenti precari, che svolgono le stesse attività lavorative degli insegnanti di ruolo, devono godere degli stessi diritti”.

Pur esprimendo soddisfazione per questo provvedimento, prosegue la segreteria sindacale, “avremmo auspicato uno sforzo ulteriore per riconoscere anche ai precari che, in assenza di contratto a tempo determinato fino al 31/8 e 30/06, svolgono comunque oltre 180 giorni di servizio nelle scuole con più contratti a tempo determinato nel corso dello stesso anno scolastico, in quanto la richiesta di pari diritti per pari funzione è una battaglia prioritaria che la FLC CGIL sta portando avanti su tutti i livelli”.

La FLC CGIL intraprende “la strada del contenzioso nel momento in cui i diritti di tutte le lavoratrici e dei lavoratori vengono lesi da leggi inique che non lasciano altra alternativa all’azione giudiziaria. Si rimane dell’idea, però, che la strada maestra sia quella della contrattazione, soprattutto in materia di formazione”.