Skip to main content

Salute e Ambiente

"Basta poco per essere eroi" - Dal 12 ottobre al via la campagna di vaccinazione antinfluenzale

- 0 Comments

Sta per partire anche nella nostra Regione la campagna di comunicazione, promossa dall'Ausl e dall'Assessorato alla Sanità, finalizzata alla sensibilizzazione verso la vaccinazione antinfluenzale per la stagione 2020-2021.

La campagna, realizzata dall’agenzia PiùPress di Aosta, si propone di "veicolare messaggi specifici alla popolazione, attraverso l’affissione di manifesti e locandine nel capoluogo regionale e in diverse località della Valle d’Aosta, l’acquisto di spazi pubblicitari sui maggiori organi di informazione e stampa a diffusione locale, spot radiofonici e la creazione di una “landing page” (protettinsieme.it), spazio web in cui confluiranno i “click” attraverso i messaggi condivisi sui social network e su altri canali e in cui saranno disponibili tutte le informazioni utili - spiega l'Ausl in una nota - l’idea di fondo è legata al termine “eroe”, ampiamente utilizzato durante la prima fase dell’emergenza sanitaria da coronavirus, associato a diverse persone che hanno lavorato e operato per il bene di tutti. Sono stati definiti “eroi” non solo il personale sanitario ma anche altri lavoratori, i volontari e tutti coloro che, a vario titolo, hanno contribuito a superare i momenti difficili del lockdown".

Lo slogan individuato è “Basta poco per essere eroi” (hashtag: #protettinsieme), con il messaggio Proteggi te stesso e i tuoi cari. Vaccinati per un inverno senza influenza”.

"La campagna di comunicazione riprende, valorizza e rafforza il concetto di atto eroico finalizzato a proteggere e a permettere a tutti di vivere meglio e in sicurezza. Si declina in tre soggetti, che rappresentano scene di vita quotidiana: un anziano ed un bambino che passeggiano insieme, una lavoratrice, una mamma con il figlio - aggiunge l'Azienda - le immagini raffigurano persone comuni che, vaccinandosi, diventano eroi e ne assumono i tratti caratteristici, mantello e maschera. Questa trasformazione, però, non si vede: chi si vaccina compie un gesto importante e di grande responsabilità che, seppur invisibile agli altri, tutela se stesso e le persone che lo circondano".

L’Usl ricorda che la vaccinazione antinfluenzale è fortemente indicata agli ultra 60enni, ai soggetti addetti ai servizi pubblici e a coloro che, a qualsiasi età, rientrano nelle categorie a rischio individuate dagli esperti della salute. La vaccinazione viene raccomandata anche ai bambini dai 6 mesi ai 6 anni.

In tutti questi casi, la somministrazione è gratuita.

L’inizio effettivo della vaccinazione è previsto per il 12 ottobre, nelle sedi dei Medici di famiglia, dei Pediatri di libera scelta, negli studi e negli ambulatori dei Medici di Sanità pubblica dei poliambulatori e dei consultori nei distretti sociosanitari.