Skip to main content

Salute e Ambiente

Ausl - Acquistati 30.000 tamponi rapidi antigenici e potenziato il servizio di effetuazione e refertazione

- 0 Comments

Un ordine di acquisto di 30.000 tamponi rapidi antigenici è stato effettuato dall'Ausl. L'Azienda fa sapere che saranno utilizzati in attività di screening sulla popolazione, da definire con specifici protocolli.

"Sempre al fine di potenziare il servizio - scrive l'Ausl in una nota - sono state acquistate cinque apparecchiature per la refertazione. Questi strumenti, in grado di refertare cinque tamponi molecolari rapidi all’ora (uno per macchina), sono in funzione dalla scorsa settimana e vengono utilizzati, nello specifico, per i pazienti ricoverati dal Pronto soccorso, per i pazienti urgenti in sala operatoria (non si tratta dei test che vengono effettuati ai pazienti per la programmazione delle sale e degli interventi), per i pazienti che vengono trasferiti in strutture extra-ospedaliere (RSA, ospedali di altre Regioni, ecc.) e per quelli in trasferimento tra strutture interne all’Azienda Usl in situazione di massima urgenza".

L’impiego delle apparecchiature di refertazione in quest’ultimo caso specifico "contribuisce - continua l'Azienda - a ridurre i tempi di trasferimento nell’ottica di recuperare disponibilità di posti-letto (se non è possibile attendere le 4/5 ore necessarie per eseguire il test normale). Inoltre, entrerà in funzione nei primi giorni di novembre un’apparecchiatura per la refertazione semi-automatica dei tamponi molecolari ordinari, con una capacità di refertazione di circa 400-500 tamponi al giorno".

Sul piano dell’esternalizzazione dei servizi, da lunedì 19 ottobre è attivo l’accordo contrattuale tra l’Azienda Usl e l’Istituto Radiologico Valdostano IRV, che prevede l’esecuzione di circa 100 tamponi al giorno, sette giorni alla settimana. Dalla data di attivazione dell’accordo sono già stati effettati più di 900 tamponi. Il prelievo del tampone viene effettuato presso la sede IRV e la refertazione viene eseguita dal laboratorio Analisi dell’Usl.

"Questo sistema - conclude l'Ausl - permette di impiegare gli infermieri e gli assistenti sanitari Usl in attività istituzionale e per l’effettuazione dei tamponi a domicilio".