REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Arriva il servizio per richiedere o rinnovare il passaporto in 9 uffici postali valdostani 

di Redazione

di Redazione

Si estende anche alla Valle d’Aosta il servizio di richiesta e rinnovo passaporti negli uffici postali, almeno questo avverrà nei comuni inclusi nel progetto Polis di Poste Italiane. 

Il nuovo servizio è stato presentato questa mattina a Pont-Saint-Martin ed è già operativo anche negli uffici postali di Gignod, Gaby, Oyace, Bard, Allein, Pontey, Nus e La Thuile. Il progetto Polis di Poste Italiane va dunque avanti a passi spediti, in vista della sua progressiva estensione a tutti i 7.000 uffici postali attivi nei centri con meno di 15mila abitanti.

Grazie alla convenzione firmata tra Poste Italiane, Ministero dell’Interno e Ministero delle Imprese e del Made in Italy, i cittadini residenti o domiciliati nei comuni Polis potranno aprire la pratica di richiesta o rinnovo del passaporto presentando la documentazione direttamente nell’ufficio postale, con la possibilità di ricevere il passaporto a domicilio.

Basterà consegnare all’operatore dell’ufficio postale del proprio comune un documento di identità valido, il codice fiscale, due fotografie (di cui una precedentemente legalizzata), una marca da bollo da 73,50 euro, in contrassegno telematico e pagare il bollettino di 42,50 euro. In caso di rinnovo bisognerà consegnare anche il proprio passaporto scaduto o la copia della denuncia di smarrimento dello stesso. Grazie alla piattaforma tecnologica di Poste Italiane, sarà l’operatore di sportello a raccogliere le informazioni e i dati biometrici del cittadino (impronte digitali e foto) inviando poi la documentazione all’ufficio di Polizia di riferimento.

Questo nuovo servizio va incontro alle esigenze di cittadini che potranno ottenere il rilascio o il rinnovo del passaporto risparmiando così tempo e denaro – ha dichiarato il responsabile della filiale di Aosta di Poste Italiane, Fabio Bajona -. Siamo molto orgogliosi di portare nuovi servizi nei territori a dimostrazione dell’attenzione della vicinanza di Poste Italiane alle comunità”.