REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Appello di Confcommercio: “rivedere i menù operai per mantenere la qualità”

di Redazione

di Redazione

La Fipe Confcommercio rivolge un appello alle aziende di somministrazione affinché i prezzi dei menù operai – fermi da 7 anni – vengano leggermente adeguati.

Oggi il menù operaio nei ristori valdostani si aggira mediamente intorno a 11/12 euro a persona, per un primo, secondo e contorno, dessert e caffè. Una cifra che non sarebbe in linea con gli aumenti dei costi a carico degli esercenti degli ultimi anni, salvo abbassare la qualità e porzioni delle materie prime nel piatto. 

Di qui l’appello di Confcommercio VdA a valutare una ragionevole di variazione di costo, che permetterebbe di di “rendere la proposta menù maggiormente di qualità” insieme ad un equo guadagno per l’impresa.

Per il Presidente Graziano Dominiadiato, infatti, “rivedere l’attuale offerta rappresenta l’unica soluzione per continuare a somministrare prodotti di qualità garantendo sempre un prezzo contenuto vista l’ampia offerta proposta”.