Skip to main content

Comuni e Territorio

Aosta, riavviato iter per la concessione del Caffè Nazionale

- 0 Comments

Il Comune di Aosta fa sapere che "nel corso dell’ultima seduta la Giunta ha provveduto ad approvare gli indirizzi destinati a orientare la pubblicazione dell’avviso per la concessione del Caffè Nazionale", procedura che si era interrotta a causa del Covid. 

Passata la fase più dura dell’emergenza, ora l’Amministrazione comunale intende far ripartire l’iter per individuare - sulla base del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa - un soggetto che possa assumere in concessione d’uso il Caffè Nazionale, a carico del quale però vi sarebbero gli interventi di manutenzione straordinaria all’immobile.

Le manutenzioni necessarie, individuate di concerto con la Soprintendenza regionale per i beni le attività culturali, sono il restauro conservativo della sala decagonale con sostituzione dei serramenti e dei pavimenti, il rifacimento dei pavimenti in legno di corridoi e sala est, lo svuotamento e il consolidamento delle volte dei corridoi e della sala est, tinteggiature murarie la sostituzione di infissi, serramenti e vetrine. Per gli interventi manutentivi ritenuti minimi è previsto un investimento di circa 450 mila euro più Iva.

Ma ci saranno anche dei bonus previsti dall’Amministrazione per rendere più appetibile la concessione, In particolare non sarà pagato il canone di 6.800 euro mensili (poato a base) per i primi tre mesi di contratto, mentre per i successivi 33 mesi il canone stesso avrà un valore pari al 10 % di quello proposto in sede di gara. La durata dela concessione dovrebbe andare da un minimo di 15 ad un massimo di 25 anni.