REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Aosta, inaugurate le nuove stazioni per il ricovero coperto delle biciclette

di Redazione

di Redazione

Nell’ambito del progetto ‘Aosta in bicicletta’ sono state ufficialmente inaugurate e aperte al pubblico le velostazioni destinate al parcheggio delle biciclette, installate con l’obiettivo di contrastare il fenomeno dei furti dei velocipedi. 

Le velostazioni installate ad Aosta sono due: una a nord con 72 postazioni per biciclette all’interno del parcheggio ‘Umberto Parini’ ed una a sud con 44 postazioni all’interno del ‘parking de la Ville’.

Si tratta di ambienti al chiuso e videocontrollati dove poter lasciare il proprio mezzo anche  per più giorni, utilizzandolo in combinazione con l’automobile lasciata in sosta all’interno del parcheggio in struttura. Il loro utilizzo è libero e gratuito, 24 ore al giorno tutti i giorni”, spiega l’Amministrazione comunale.

Oltre alle velostazioni sono stati installati dei bike box, ovvero box singoli realizzati con porte concepite per garantire la massima protezione contro i tentativi di effrazione. Al loro interno possono ospitare ciascuno una bicicletta, ma anche monopattini e hoverboard. Gli spazi sono dotati di due ganci per appendere il casco o borse/zainetti.

Adatti per la sosta di breve o medio periodo, le stazioni bikebox sono composte da gruppi modulari ubicati in tre punti strategici: WeeloFIT ‘Ducler’ di piazza Ducler con 16 box disponibili, WeeloFIT ‘San Francesco’ di via Chabloz con 24 posti disponibili,e WeeloFIT ‘Carrel’ in via Carrel, nei pressi dell’autostazione, con 20 posti disponibili.

I bike box e le velostazioni sono stati pensati e posizionati anche con l’obiettivo di generare un nodo di interscambio modale tra sistemi di mobilità differenti: automobile/bicicletta, pullman/bicicletta, treno/bicicletta”, prosegue la nota diffusa dall’amministrazione. Ad esempio, l’utente che voglia usare il treno o il pullman come mezzo di trasporto “potrà raggiungere la stazione con la propria bicicletta da ricoverare nel WeeloFIT ‘Carrel’. Il mezzo risulterà quindi protetto e potrà essere ripreso dall’utente stesso al rientro con il treno/pullman”.

Per utilizzare i bike box dei WeeloFIT sarà necessario preliminarmente scaricare sul proprio smartphone l’app gratuita ‘Weelo’, disponibile sia su App store per IOS sia su Google Play per Android. L’app permetterà a cittadini e turisti, una volta registrati, di utilizzare la rete di posti bici, sapendo in tempo reale se ci sono box disponibili, effettuare la prenotazione con un semplice tocco, nonché di aprire il modulo una volta raggiunto il WeeloFIT prenotato.

L’Amministrazione comunale, al fine di incentivare il più possibile l’uso della bicicletta e di favorire l’uso giornaliero e a rotazione delle postazioni, ha previsto di istituire la gratuità dell’uso dei bike box per le prime 24 ore di utilizzo oltre che nei fine settimana (sabato e domenica) e nei giorni festivi. Se la sessione di parcheggio terminerà oltre le 24 ore verranno scalati dal credito 1,50 euro per giorno o frazione di giorno, senza calcolare i sabati le domeniche e i giorni festivi.

Per la realizzazione della parte del progetto ‘Aosta in bicicletta’ dedicata alla prevenzione dei furti di velocipedi, l’Amministrazione comunale ha investito circa 45 mila euro (Iva inclusa) per la fornitura e la posa dei sistemi di protezione nelle velostazioni attraverso la ditta MP Outdoor di Bolzano e 148 mila euro (Iva inclusa) per la fornitura e la posa dei bike box, nonché la realizzazione della piattaforma web dedicata e il servizio di Customer Care entrambi per un anno, attraverso, come accennato in precedenza, la società Bicincittà Italia di Torino.

Tutte le informazioni sul sistema e le stazioni, oltre al regolamento d’uso approvato dalla Giunta e alle tariffe, sono disponibili e consultabili nella sezione dedicata ad Aosta del sitoWeelo.it, direttamente raggiungibile all’indirizzo https://weelo.it/aostabikeparking/.