REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Aosta, i social scappano di mano alla Giunta e al Sindaco Nuti tocca mettere la faccia

di Giuseppe Manuel Cipollone

di Giuseppe Manuel Cipollone

Era già successo con il caso del Consigliere di maggioranza Sarah Burgay, che aveva apostrofato con un bel “avete rotto i coglioni” i cittadini di Aosta che si lamentavano della pista ciclabile su un noto gruppo Facebook. Di seguito la notizia: https://aostanews24.it/ciclabile-i-cittadini-si-lamentano-avete-rotto-i-coglioni-sarah-burgay-si-sente-come-la-regina-maria-antonietta/.

Ora però la polemica non si è innescata su un commento improvvido di un Consigliere comunale che non ha ponderato correttamente le parole, ma direttamente sull’uso delle pagine istituzionali del Comune. A sollevare l’obiezione, con una domanda di attualità, il consigliere di opposizione (Forza Italia) Renato Favre che ha puntato il faro su questo risposta del Comune ad un cittadino:

Una risposta da bar che proprio non si addice ad una pagina social di un’Amministrazione che – anche nel legittimo esercizio di difesa dell’operato della Giunta – dovrebbe mantenere un profilo più moderato e soprattutto istituzionale. Favre ha dunque attaccato chiedendo al Sindaco se il commento fosse stato postato dal nuovo social media menager ingaggiato di recente dal Comune.

Respinge l’addebito il Sindaco Gianni Nuti che – preso in mezzo – specifica come il commento non sia stato postato dal nuovo social media manager comunale, senza però dire chi sarebbe l’artefice. Una difesa d’ufficio, quella del Sindaco, arrivata puntuale, ma che senz’altro non deve essere stata del tutto spontanea.

Lo strano “like” del Vicesindaco Josette Borre

Sullo sfondo anche la probabile gaffe circa un like di Instagram, da parte del Vicesindaco Josette Borre, che sarebbe comparso sul profilo del Consigliere regionale Andrea Manfrin.

Sulla pagina del noto social del gruppo Meta, infatti, il Consigliere regionale della Lega VdA è solito commentare l’attualità politica regionale, solitamente con toni non particolarmente concilianti con la maggioranza. In questo caso Manfrin criticava ferocemente i lavori per la costruzione della pista ciclabile in via Festaz ad Aosta, ma in sostegno è arrivato il like – del tutto inaspettato – della Vicesindaco Josette Borre, artefice insieme alla Giunta dell’esecuzione dei lavori.

Disattenzione? Gaffe? Crepa nella maggioranza? O solo simpatia per un post? Impossibile stabilirlo con certezza. Ma di sicuro il like della Borre a Manfrin rimarrà scritto in calce nelle piccole pagine della politica made in Valle d’Aosta.

Giuseppe Manuel Cipollone