REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Anche la Lega contro Caveri: “sui docenti parole gravi, si scusi pubblicamente”

di Redazione

di Redazione

Anche la Lega VdA si schiera dalla parte dei docenti dopo che l’Assessore regionale all’Istruzione Caveri li ha definiti – quantomeno quota parte incapace di utilizzare la piattaforma digitale oggetto di controversia – “casi umani” e “analfabeti digitali”

“Forse l’Assessore, prima di lanciarsi in dichiarazioni che sono di una gravità assoluta, avrebbe dovuto avviare una seria riflessione sulla funzionalità della piattaforma che risulta molto macchinosa e che costituisce un unicum in tutta Italia”, scrive il Carroccio. Che poi aggiunge sarcastico: “Non era forse meglio adeguarsi al sistema della carta docente che vige in tutto il Paese?”. 

Una difesa a spada tratta dei docenti quella della Lega che ricorda come grazie alle compentenze digitali dei professori sia stato possibile gestire la dad nel periodo appena trascorso di pandemia acuta. 

La Lega VdA ha dunque ricordato all’Assessore i continui ritardi nelle nomine degli insegnanti”, giustificati proprio da caveri attraverso l’elaborazione di una piattaforma online regionale senza uniformarsi alla piattaforma Sofia del Ministero.

Per questi motivi la Lega VdA caldeggia scuse pubbliche da parte dell’Assessore Caveri viste le parole rivolte al corpo docente e la conseguente delegittimazione che ne è derivata.