REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Alla Cogne Acciai Speciali torna l’Albero della Sicurezza

di Redazione

di Redazione

Ieri, mercoledì 20 dicembre, alle 17:30 davanti alla portineria est della Cogne Acciai Speciali, è stato allestito l’Albero della Sicurezza. L’iniziativa si è replicata anche quest’anno dopo quella dell’anno precedente.

L’iniziativa vuole ricordare il tema della sicurezza sul lavoro, che – ricorda la CAS – è “fondamentale per la nostra azienda”.

L’opera su proposta della Sezione ‘ANMIL’ di Aosta (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi sul Lavoro) è stata disegnata dall’artista lombardo Francesco Sbolzani, ed è realizzata dalla Cogne Acciai Speciali insieme a Confindustria Edile Valle d’Aosta. L’Albero della Sicurezza è composto da una figura di un Albero di Natale che prende forma dai caschi antinfortunistici montati su una tipica intelaiatura da cantiere.

I commenti all’iniziativa

Anche quest’anno abbiamo accolto con favore la proposta di allestire l’Albero di Natale per la sicurezza sul lavoro di ANMIL presso il nostro stabilimento” spiega Massimiliano Burelli, Chief Executive Officer di Cogne Acciai Speciali. “Ci impegniamo ogni giorno affinché sicurezza e prevenzione siano tematiche prioritarie per la nostra realtà lavorativa, e crediamo che attraverso iniziative come queste ci sia l’opportunità di amplificare l’attenzione su questi temi, posizionandoli come elementi fondamentali della cultura del lavoro”.

Ringrazio di cuore la Cogne Acciai Speciali, Confindustria Sezione Edile Valle d’Aosta e il Sindaco Gianni Nuti che, come l’anno scorso, hanno voluto aderire a questa iniziativa per dare un segnale di attenzione durante le festività natalizie verso un tema che riguarda tutti i cittadini e per questo siamo grati a quanti ci hanno voluto aiutare a realizzare questo piccolo omaggio a tutte le vittime del lavoro”, dichiara il Presidente territoriale ANMIL, Mario Favre.

Come nel 2022 la sezione edile di Confindustria vuole partecipare a questa iniziativa che ci ricorda ancora quanto sia importante il confronto sul tema della sicurezza”, ha commentato Tiziano Colliard vicepresidente della sezione edile di Confindustria Valle d’Aosta. “Anche se nelle ultime settimane del nostro settore si è parlato quasi esclusivamente di Superbonus, in tempi normali veniamo citati solo quando si verificano incidenti, rischiando così di fornire al pubblico uno spaccato del mondo edile molto diverso da quello reale. Vorrei ricordare in questa sede – continua Colliard – che il lavoro svolto dagli organismi bilaterali, entità che vedono coinvolti parti sindacali e datoriali, hanno come scopo primario quello della tutela del mondo edile: una tutela che passa necessariamente dalla sicurezza e dalla formazione di lavoratori e imprenditori. Vicino al termine sicurezza, a mio avviso, va sempre affiancato il termine formazione”.