Skip to main content

Cultura e Spettacoli

Al Castello Gamba "Ritornanti. Presenza della figurazione nella scultura italiana"

- 0 Comments

Dal 3 luglio al 27 settembre si terrà al Castello Gamba di Chatillon la mostra "Ritornanti. Presenza della figurazione nella scultura italiana".

Il Castello e il Parco ospita la rassegna sulla scultura italiana con opere di: Arturo Martini, Francesco Messina, Giuseppe Maraniello, Giuliano Vangi, Luciano Minguzzi, Paolo Delle Monache e Giacomo Manzù. Inoltre, una sezione della mostra è dedicata ad Aron Demetz, uno dei più noti esponenti della giovane generazione di artisti della Val Gardena che reinterpreta la tradizione della scultura in legno attraverso un linguaggio figurativo contemporaneo.

Oltre trenta opere per un viaggio nell’arte del Novecento, dalle sperimentazioni del dopoguerra alle produzioni più recenti. Un percorso che si inserisce nell’esposizione permanente con la quale andrà a creare un dialogo serrato. Molti degli autori, infatti, sono già presenti nella prestigiosa collezione permanente del Castello.

La mostra propone inoltre una lettura della raccolta, sottolineando e commentando le affinità o le differenze tra le opere in esposizione temporanea con quelle permanenti, nonché con opere che per caratteristiche storiche e formali vi entrano in relazione.

La mostra di scultura è completata dall’esposizione di dodici tavole dedicate a Pinocchio di Mimmo Paladino e da una rassegna fotografica sul tema della scultura, condotta da Carola Allemandi.

Sulla base delle disposizioni regionali legate all’emergenza sanitaria le regole da rispettare per la visita al sito sono le seguenti:

1) consigliata la prenotazione e l’acquisto del biglietto on-line;

2) entrata contingentata (massimo 80 persone contemporaneamente);

3) obbligo di mascherina;

4) rispetto tassativo della distanza di sicurezza di 1 metro;

5) divieto di portare zaini o borse ingombranti all’interno.