REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Agricoltura, istituito il Comitato ‘AKIS’ per la promozione dell’innovazione nel settore

di Redazione

di Redazione

Lunedì 19 febbraio è stata approvata l’istituzione del Comitato regionale di coordinamento del sistema per la conoscenza e l’innovazione in agricoltura, definito come ‘AKIS’ (acronimo di Agricultural Knowledge and Innovation Systems). A farlo sapere è l’Assessorato all’Agricoltura, guidato da Marco Carrel.

Il sistema AKIS, introdotto nell’attuale programmazione 2023/2027, è una combinazione di flussi organizzativi e di conoscenze tra persone, organizzazioni e istituzioni che utilizzano e producono conoscenza nel settore agricolo, che mira a migliorare l’orientamento al mercato e la competitività delle aziende agricole. Si propone anche di favorire una maggiore attenzione alla ricerca, alla tecnologia e alla digitalizzazione, promuovendo conoscenze, innovazione e digitalizzazione nell’agricoltura e nelle zone rurali e incoraggiandone l’utilizzo da parte degli agricoltori.

“Il settore agricolo è in perenne evoluzione e non ci si può esimere da uno scambio di informazioni sempre più performanti e dettagliate, ma anche da un’attenzione a una formazione sempre più mirata e approfondita che deve essere un sostegno, ma anche uno stimolo per tutti gli agricoltori e allevatori – afferma l’Assessore Marco Carrel. In questo senso, ben vengano tutte le azioni che aiutino ad accresce la cultura d’impresa e offrano strumenti concreti, conoscenze e idee per crescere e puntare sempre più in alto, senza mai perdere di vista la qualità, la passione, la cura e il profondo legame con il territorio”.

A comporre il Comitato regionale di coordinamento sono stati chiamati i rappresentanti delle istituzioni e i soggetti che in ambito regionale, a vario titolo, offrono e erogano formazione, consulenza, ricerca, informazione, servizi digitali ed altri riferibili all’AKIS secondo le specificità locali: sarà presieduto dalla Struttura Politiche regionali di sviluppo rurale del Dipartimento Agricoltura, in qualità di Autorità regionale di gestione del CSR 23/27 della Valle d’Aosta, e avrà il compito di coordinare la definizione e l’attuazione delle politiche per l’innovazione e la conoscenza per il settore agricolo, agroalimentare e forestale nella regione. Si interfaccerà anche, sui temi opportuni, con i responsabili di altri fondi europei attivi in Valle d’Aosta, faciliterà il flusso di informazioni tra il livello regionale, quello nazionale e quello europeo e sarà rappresentato nel Coordinamento AKIS nazionale