Skip to main content

Economia e Lavoro

Adava - Gérard "Abbiamo la necessità che venga ridata immediata e piena operatività a tutti gli organi istituzionali regionali"

- 0 Comments

"Pur non volendo entrare nelle dinamiche interne ai vari schieramenti politici rappresentanti in Consiglio regionale, vi segnaliamo di aver accolto con favore la discussione avviata e la volontà di voler individuare una soluzione istituzionale e condivisa per gestire in maniera efficace l'attuale situazione di crisi causata dall'emergenza coronavirus. Aldilà delle modalità sul come questo possa avvenire, riteniamo indispensabile che la politica tutta si assuma la responsabilità di gestire un evento straordinario di questo genere assicurando un governo pienamente operativo alla nostra regione e attivando tutti gli strumenti amministrativi e legislativi necessari a dare delle risposte concrete al sistema produttivo e all'intera comunità valdostana" così il Presidente dell'Adava Filippo Gérard in merito alla discussione politica sulla gestione dell'emergenza e sulla questione riguardante la formazione di una nuova Giunta Regionale.

Un periodo di inattività veramente preoccupante "L'attuale periodo forzato di inattività, seppur necessario, sta diventando veramente preoccupante: al momento, infatti, non si intravede all'orizzonte alcuna prospettiva di ripartenza per la quasi totalità del sistema produttivo e occupazionale regionale. Tale devastante contrazione di mercato, oltre agli effetti nell'immediato, comporterà problematiche anche nel breve e medio periodo. Infatti, anche nel caso in cui dovesse terminare l'emergenza sanitaria, le caratteristiche strutturali del mercato turistico regionale non consentiranno nel breve periodo di recuperare le perdite di fatturato subite a causa della crisi. I tempi di rientro alla normalità non saranno immediati, in specie per la clientela internazionale, che costituisce una fetta importante del nostro mercato".

E sul primo pacchetto delle misure anticrisi appena varate dal Consiglio Regionale "Molto bene le recenti misure adottate dal Consiglio regionale, tra cui la sospensione del pagamento delle rate dei mutui Finaosta, ma abbiamo necessità di mettere in campo una sorta di "Piano Marshall" per sostenere e rilanciare l'economica regionale. Quindi, contestualmente alla gestione dell'emergenza epidemiologica messa in atto dall'unità di crisi e sostenuta con una devozione unica da parte di tutto il personale sanitario e non, dobbiamo metterci sin d'ora tutti al lavoro per non far morire il nostro sistema produttivo e rilanciarlo quando ci saranno nuovamente le condizioni dal punto di vista sanitario".

"Come associazione abbiamo promosso nei confronti dei nostri interlocutori istituzionale una serie di iniziative d'urgenza (su alcune delle quali abbiamo già avuto risposta) e stiamo ora lavorando ad un documento programmatico strutturato, con proposte a forte impatto economico e finanziario che permettano di rilanciare il nostro settore, abbiamo però necessità di condividerlo e portarlo avanti con il nostro interlocutore politico privilegiato, ovvero l'assessore al turismo, che oggi è vacante - conclude Gérard - come abbiamo già avuto modo di dire, pur ringraziando gli attuali vertici del governo regionale per l'equilibrio, la serietà e la dedizione con cui stanno affrontando l'emergenza e per l'attenzione dimostrata nei confronti del nostro settore, non essendo al momento minimamente pensabile poter andare alle elezioni, abbiamo necessità venga ridata immediata e piena operatività a tutti gli organi istituzionali regionali".