Skip to main content

Cronaca

248° Anniversario della Guardia di Finanza: il bilancio delle operazioni in Valle d'Aosta

- 0 Comments

Si sono svolte ieri a Torino, presso la caserma ‘Emanuele Filiberto di Savoia Duca d’Aosta’, le celebrazioni dell’Anniversario della Fondazione della Guardia di Finanza, alla presenza delle massime Autorità istituzionali delle Regioni Piemonte e Valle d’Aosta.

In occasione della ricorrenza, durante la mattinata di ieri è stata deposta, presso la sede di Aosta, una corona di alloro in onore di tutti i caduti delle Fiamme Gialle.

L’evento rappresenta, da sempre, anche l’occasione per effettuare un bilancio sulle attività svolte dalle Fiamme Gialle nel decorso 2021 e nei primi cinque mesi del 2022, all’interno dei vari settori strategici affidati al Corpo dall’Autorità di Governo, finalizzate ad assicurare massima efficacia nel contrasto di tutte le forme di illegalità economica e finanziaria.

GDF: IMPEGNO ‘A TUTTO CAMPO’, CONTRO LA CRIMINALITÀ A TUTELA DI CITTADINI E IMPRESE

Nel 2021 e nei primi cinque mesi del 2022, la Guardia di Finanza di Aosta ha eseguito 1.203 interventi ispettivi per contrastare gli illeciti economico-finanziari e le infiltrazioni della criminalità nell’economia: un impegno ‘a tutto campo’ a tutela di famiglie e imprese, destinato ad intensificarsi ulteriormente per garantire la corretta destinazione delle risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

CONTRASTO DELL’EVASIONE FISCALE E DELLE FRODI SUI CREDITI D’IMPOSTA

Nel settore del contrasto dell’evasione fiscale, sono stati individuati 20 evasori totali, ossia esercenti attività d’impresa o di lavoro autonomo completamente sconosciuti al fisco e 36 lavoratori in ‘nero’ o irregolari.

I 77 interventi ispettivi in materia di imposte dirette ed IVA hanno permesso di denunciare 19 soggetti per reati fiscali, nessuno dei quali tratto in arresto. Il valore dei beni sequestrati è di 492.224 euro.

Sono stati eseguiti 10 interventi in materia di accise e a tutela del mercato dei carburanti. Gli interventi eseguiti nel settore del contrasto degli illeciti doganali hanno portato alla denuncia di 15 soggetti e alla constatazione di 215 violazioni amministrative.

Nel settore del gioco illegale ed irregolare, sono stati eseguiti 15 controlli, con la constatazione di 14 violazioni in materia di apparecchi e congegni da divertimento e intrattenimento.

In materia di indebite compensazioni di crediti d’imposta sono stati eseguiti 23 interventi che hanno permesso di individuare crediti inesistenti per complessivi 182.346 euro.

TUTELA DELLA SPESA PUBBLICA

L’impegno a tutela della corretta destinazione delle misure introdotte dalla legislazione emergenziale ha riguardato i contributi a fondo perduto e i finanziamenti bancari assistiti da garanzia, ambiti nei quali sono state controllate 34 posizioni, da cui è scaturita la denuncia di 2 soggetti.

In materia di reddito di cittadinanza sono stati effettuati, in collaborazione con l’INPS, 136 controlli, conclusisi con la denuncia di 6 soggetti; i contributi indebitamente percepiti ammontano a 60.017 euro. Sempre in merito alla indebita percezione di contributi pubblici, nel corso del 2021 il Nucleo di Polizia economico-finanziaria di Aosta ha concluso un’importante attività di servizio - l’operazione ‘Carta Bianca’- che ha consentito di sventare una maxi truffa internazionale nel settore energetico, posta in essere da un’associazione criminale con base a Torino ed imperniata intorno al meccanismo dei cosiddetti “certificati bianchi” (TEE – Titoli di Efficienza Energetica), principale strumento di promozione dell’efficienza energetica in Italia. L’attività ha portato all’esecuzione, in Italia e Germania, di 22 ordinanze di custodia cautelare in carcere per associazione a delinquere, truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e riciclaggio, oltre al sequestro patrimoniale di conti correnti, disponibilità finanziarie, immobili e criptovalute sino alla concorrenza di 41 milioni di euro.

In tema di responsabilità amministrativa, infine, sono stati segnalati alla Procura Regionale della Corte dei Conti di Aosta danni erariali per 16.478.457 euro, a carico di 58 soggetti.

CONTRASTO DELLA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA ED ECONOMICO-FINANZIARIA

In materia di riciclaggio sono state eseguite 22 attività ispettive nei confronti dei cosiddetti ‘soggetti obbligati’, come intermediari finanziari, agenzie immobiliari, esercenti dei servizi di gioco, compro-oro etc., che si sono concluse con la denuncia di 1 soggetto e la constatazione di 3 violazioni amministrative. Inoltre, sono state approfondite svariate segnalazioni di operazioni sospette, da cui è scaturita la constatazione 91 violazioni amministrative in materia di limitazioni all’utilizzo del denaro contante.

I controlli eseguiti ai confini terrestri volti a verificare il rispetto delle norme sulla circolazione transfrontaliera di valuta da parte dei soggetti in entrata e/o in uscita dal territorio nazionale hanno, poi, consentito di intercettare illecite movimentazioni per 972.096,00 euro, con il conseguente accertamento, nel complesso, di 63 violazioni.

Nel campo dei reati fallimentari, sono stati denunciati a piede libero di 4 soggetti per una distrazione patrimoniale complessiva pari a 294.339 euro.

Sono stati eseguiti 377 accertamenti a seguito di richieste pervenute dalla locale Questura, riferiti alle verifiche funzionali al rilascio della documentazione antimafia.

Nel settore della tutela del mercato dei beni e dei servizi, la crisi sanitaria connessa al Covid-19 ha visto anche la Guardia di Finanza di Aosta fortemente impegnata nelle attività a salvaguardia dei consumatori, principalmente volte a contrastare le fattispecie fraudolente riferite, da un lato, all’illecita commercializzazione di beni utili a fronteggiare l’emergenza epidemiologica e, dall’altro, a condotte ingannevoli e truffaldine. In tale contesto, sono stati svolti 42 interventi, che hanno consentito di sottoporre a sequestro 628.808 mascherine e dispositivi di protezione individuale non conformi e di denunciare 3 persone.

Sul versante della contraffazione sono stati sottoposti a sequestro 23.523 prodotti contraffatti, con falsa indicazione del Mady in Italy e non sicuri.

Sono stati effettuati 154 interventi in materia di stupefacenti che hanno portato alla verbalizzazione di 161 soggetti, di cui 16 denunciati e 8 tratti in arresto. Nel complesso sono stati sequestrati 1.191 g di sostanze stupefacenti e psicotrope e 763 g di sostanze da taglio.

OPERAZIONI DI SOCCORSO E CONCORSO NEI SERVIZI DI ORDINE E SICUREZZA PUBBLICA

Le Stazioni del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza di Cervinia ed Entreves hanno eseguito complessivamente 176 interventi che hanno permesso di portare in salvo 183 persone e di recuperare 26 salme.

A seguito dell’emergenza epidemiologia, la Guardia di Finanza di Aosta, unitamente alle altre Forze di Polizia, ha assicurato l’attuazione delle misure di contenimento della pandemia: sono stati eseguiti 20.087 controlli a persone fisiche e 5.989 controlli ad attività commerciali, che hanno portato alla denuncia di 2 soggetti, alla constatazione di 54 sanzioni, nonché alla chiusura temporanea di 10 esercizi.