Skip to main content

Territorio ed Eventi

Vinitaly - Rossin AIS VDA: "I vini e i prodotti della nostra regione sono stati anche il mezzo per comunicare"

- 0 Comments

Le riflessioni di Moreno Rossin, Presidente AIS (associazione italiana sommelier) della Valle d'Aosta, sulla partecipazione della nostra regione al VinItaly, conclusiosi da pochi gorni.

"Si è conclusa la 53esima edizione del Vinitaly di Verona, la fiera del vino e del distillato di Veron. Con un padiglione rinnovato, arricchito da una sala per le degustazioni posizionata al centro, la Valle d’Aosta si è presentata alla fiera con le sue eccellenze. Ho scritto Valle d’Aosta perché i vini e i prodotti della nostra regione sono stati anche il mezzo per comunicare la nostra Regione, l’enoturismo si sta rivelando un importante comparto della nostra economia, la nostra cucina con i suoi vini, i castelli, le bellezze naturali sono e devono essere un’attrattiva a cui non si può rinunciare.

I nostri vini sono il prodotto di vitigni autoctoni, espressione del territorio, della nostra cultura e delle nostre tradizioni e il mercato è alla ricerca di questo tipo di vino, un prodotto che si allontana dalla standardizzazione e per questo dobbiamo comunicare e farlo in queste occasioni dove la visibilità è altissima. L’Amministrazione Regionale non ha voluto perdere questa occasione, attraverso gli Assessorati competenti, la Camera di Commercio, la Vival, l’associazione dei produttori di vino, il Cervim e con la preziosa collaborazione dell’Associazione Italiana Sommelier della Valle d’Aosta ha voluto portare il proprio apporto, sottolinearne la presenza in quel fare sistema che è il vino Italiano.

14 sono stati i produttori presenti fisicamente alla fiera con i loro stand mentre gli altri sono stati gestiti al banco d’assaggio dai Sommelier che con professionalità e passione hanno raccontato la Valle d’Aosta a 360°, sono stati quattro giorni di assaggi ma soprattutto di incontri.

Tanti sono stati gli eventi nella sala degustazioni, esperti dell’Assessorato con esperti Sommelier hanno presentato i prodotti D.O.P. Valdostani in abbinamento al vino e ripetutamente è stato manifestato grande interesse dalla numerosa partecipazione.

Per il Cervim importante occasione per illustrare il programma degli eventi dell’anno in corso, il Concorso Internazionale a luglio e la rassegna dei vini estremi in autunno al Forte di Bard.

Il secondo giorno di fiera ha poi visto la firma del protocollo tra Piemonte e Valle d’Aosta, tra la fontina e il tartufo, tra la delegazione Valdostana, capeggiata dall’Assessore Laurent Vierin e quella Piemontese con l’Onorevole Cirio, candidato alle prossime elezioni Europee.

Novità in fiera di quest’anno è stata l’organizzazione di un evento in centro città a Verona, in piazza San Zeno, un’occasione per presentare la Valle d’Aosta chiuso poi dal concerto degli Orage".