Skip to main content

Scuola e Formazione

Università - Approvato il Bilancio ma il Rettore è 'sfiduciato'

- 0 Comments

Si è riunito ieri il Consiglio dell’Università della Valle d’Aosta che oltre ad aver approvato il Bilancio, ha di fatto preso atto della sfiducia del corpo dei docenti verso il rettore Fabrizio Csaella.

Con l'approvazione all'unanimità del punto 4 all’ordine del giorno è stato votato il bilancio unico di previsione annuale autorizzatorio per l’anno 2019, del bilancio unico di previsione triennale 2019/2021, che pareggia sulla cifra di 10 milioni.

"Oggi – ha detto il Presidente della Regione Fosson – è stato fatto un passo in avanti fondamentale per il futuro dell’Università. Approvare il bilancio è stato un atto di responsabilità: abbiamo messo in sicurezza l’Ateneo valdostano. Contestualmente abbiamo anche approvato il piano di programmazione triennale 2019/2021 istituendo una commissione che lavori nei prossimi mesi per identificare le nuove esigenze e prospettive di programmazione futura".

"Noi crediamo che l’Università possa avere un futuro solido – ha detto l’Assessora Certan -Allo scopo stiamo effettuando delle valutazione sulle aree tematiche dei corsi che intendiamo sviluppare con un’attenzione particolare all’identità del territorio".

ll Consiglio dell'Università ha preso atto all'unanimità di due documenti sottoscritti da tutti i dipendenti amministrativi e dai due terzi dei docenti in cui si manifesta un forte disagio nei confronti del rettore Fabrizio Cassella, oggi assente. "Tecnicamente non si tratta di un atto di sfiducia, un rettore non si può sfiduciare", ha spiegato il presidente della Regione Antonio Fosson che è anche presidente dell'ateneo.