Skip to main content

Economia e Lavoro

Un documento contro il 'Caro Autostrade'

- 0 Comments

E' stato firmato quest'oggi nella sede della Regione Valle d'Aosta un documento che chiede l'istituzione di un tavolo di concertazione con il Ministero dei trasporti e con le società concessionarie sul tema del 'caro autostrade'.

L'atto, firmato dai rappresentanti della Regione, dal Celva , e da associazioni e organizzazioni sindaca, ha l'obiettivo di 'analizzare congiuntamente la situazione attuale e ridefinire il quadro gestionale delle tratte autostradali valdostane alla luce delle esigenze e delle legittime aspettative della Valle d'Aosta'.

Il documento rappresenta il punto di arrivo della prima fase dei lavori e costituisce quello preliminare a qualsiasi aggiornamento delle attuali concessioni o dei relativi Piani Economici e Finanziari - l’istituzione di un tavolo di concertazione tra Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, società concessionarie SAV S.p.A. e RAV S.p.A. e Regione Autonoma Valle d’Aosta al fine di analizzare congiuntamente la situazione attuale e ridefinire il quadro gestionale delle tratte autostradali valdostane alla luce delle esigenze e delle legittime aspettative della Valle d’Aosta.

"Questo documento rappresenta la fine di una prima fase per creare un documento condiviso con tutte le forze politiche presenti in consiglio regionale, che possa portare il tema ad essere discusso in tutti i tavoli, dai consigli comunali, ai tavoli economici fino ai due parlamentari valdostani. - Ha sottolineato l'Assessore ai Trasporti Luigi Bertschy - Nel piano regionale che è in concertazione il tema delle autostrade esiste ed è sottolineato come rappresenti un freno alla sviluppo economico dell'intera regione".

"A metà febbraio, in Consiglio regionale avevamo approvato all’unanimità lo stesso documento, sottoscritto da tutti i Capigruppo e che oggi hanno firmato le Associazioni. - Ha dichiarato la presidente del Consiglio Valle Emily Rini – Questo documento rappresenta la 'Buona Politica', quella che sa guardare oltre le appartenenze partitiche per mettersi al servizio della comunità".

La sottoscrizione odierna dimostra come sia possibile e come sia importante stare fare squadra per affrontare problemi gravi come questo. - Sottolinea Fosson - Questo criticità pone il discussione il rapporto tra Stato e Regioni, in questo momento in cui molte altri Enti stanno chiedendo maggiori poteri”.

Il documento e la mozione approvata all'unanimità dal Consiglio sarà trasmessa al Ministro dei Trasporti Toninelli

Il documento è stato sottoscritto dal Presidente della Regione Antonio Fosson, dell’Assessore Trasporti Luigi Bertschy e del Presidente del Consiglio regionale Emily Rini, e dei Capigruppo del Consiglio Valle, dal presidente del Consiglio permanente degli Enti locali Franco Manes, dal Presidente della Camera valdostana delle imprese e delle professioni Nicola Rosset,  dal Presidente Confindustria Valle d’Aosta Giancarlo Giachino, dal Presidente ADAVA Federalberghi Valle d’Aosta Filippo Gerard, dal Presidente Confcommercio Imprese per l’Italia Regione Valle d’Aosta Graziano Dominidiato, dal Presidente Confederazione Nazionale Artigianato Valle d’Aosta Salvatore Addario, dal Rappresentante della C.G.I.L. Valle d’Aosta Fugetta Antonio, dal Segretario generale C.I.S.L. Valle d’Aosta Jean Dondeynaz, dal Segretario generale S.A.V.T. Alessia Demé, dal Segretario di categoria U.I.L. Valle d’Aosta Alessandro Rossini, dal Presidente Codacons Giampiero Marovino, dal Presidente Adiconsum Mario Ruggeri, dal Presidente A.D.O.C. Valle d’Aosta Cristina Raisin, dal Rappresentante del Consiglio di Direzione di AVCU VdA  Riccardo Borbey, dal Presidente Federconsumatori Bruno Albertinelli, dal Presidente Konsumer Italia VdA Orlando Navarra, dal Vice Presidente Confcommercio Imprese per l’Italia Regione VdA Giuseppe Sagaria  e dal Presidente dell’Associazione Pendolari stanchi VdA Massimo Giugler.