Tu sei qui

Tripodi replica a Lanièce e Celva “Marchetta elettorale per UV & Co”

Data: 0 Comments

Elisa Tripodi, Deputata eletta nel Movimento 5 Stelle, replica al senatore Albert Lanièce e al Celva in merito all'inammissibilità dell'emendamento sulla salvaguardia delle Regioni a Statuto Speciale, accusandoli di fare solo propaganda anti governativa e di non conoscere il regolamento parlamentare.

In risposta al comunicato del Celva e alle parole del Senatore Albert Lanièce che ha definito “pericolosissimo precedente”  l’inammissibilità sancita dalle Commissioni Finanze e Lavoro in merito all’emendamento sulla salvaguardia delle Regioni a Statuto Speciale.- Si legge in comunicato del Movimento 5 Stelle - L'unico pericoloso precedente politico è la mancata conoscenza del regolamento del Senato della Repubblica Italiana che prevede l'inammissibilitá/improponibilitá degli emendamenti quando gli stessi non siano attinenti al merito del provvedimento  che nel caso specifico era il Decreto Dignità.

Scambiare l'improponibilitá/inammissibilitá per una bocciatura nel merito comprova una poca dimestichezza con gli strumenti parlamentari o un tentativo di strumentalizzare volutamente un episodio privo di qualsivoglia valenza all'interno della tutela delle Autonomie e degli Statuti Speciali, obiettivo dichiarato e perseguito dall'attuale Governo”.

Le parole di Tribodi sul suo profilo Facebook sono ancora più pesanti, classificando la questione  “Marchette elettorali di UV & Co” e “ Fango. Solo fango.Io a questo gioco non ci sto e continuo a lavorare per la mia Regione, per il mio territorio e per chi ha in mente un percorso diverso da quello sinora realizzato“.