Tu sei qui

“Il Tratto” di Alessandro Stevanon selezionato per il TIFF Kids di Toronto

Data: 0 Comments

Il Tratto” di Alessandro Stevanon, prodotto da Daniele Segre e Daniele De Cicco per Redibis Film con il sostegno di Film Commission Vallée d’Aoste e del MIBACT Premio Migrarti, dopo la presentazione alla 74ª Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia,  continua a mietere successo, infatti la pellicola è stato selezionato al TIFF Kids.

La storia, una favola moderna, narra le vicende Federico, un bambino di undici anni che vive in una cittadina del nord Italia. Silenzioso e riflessivo, è invisibile per i suoi compagni e per i suoi genitori 
Dall’incontro con un vecchio artista senegalese,  Federico riuscirà a scoprire il proprio talento e a imparare a vedere gli altri per quello che sono: persone con una storia fatta di dettagli silenziosi, che possono essere raccontati solo da chi sa guardare.

TIFF Kids è uno dei più grandi festival cinematografici per bambini al mondo. La 21 edizione si terrà dal 9 al 18 marzo  a Toronto in Canada, proporrà una dieci giorni di programmazione che ispirerà e responsabilizzerà decine di migliaia di bambini attraverso la scoperta del cinema e dell'animazione. 

Prima dell’anteprima canadese, il film viaggerà in un intenso tour negli Stati Uniti che lo vedrà protagonista nelle città di Providence, Cleveland, Phoenix, Boulder, Detroit e St. Louis. Infatti dopo l’anteprima americana al Providence Children's Film Festival (16/25 febbraio), Il tratto sarà presentato all’Italian Film Festival USA, festival che si propone di promuovere la cultura italiana negli Stati Uniti tramite la proiezione della migliore produzione cinematografica della nostra penisola.

Il successo di un film da noi sostenuto è sempre un successo anche per la nostra Film Commission. - Dichiara il direttore di Film Commission Vallée d’Aoste Alessandra Miletto - Tra i nostri obiettivi principali vi è infatti quello di individuare le potenzialità dei progetti, seguirne lo sviluppo e sostenerne la produzione, contribuendo alla crescita e all’internazionalizzazione degli autori, con un’attenzione speciale ai registi locali”.

 “Ho sempre voluto raccontare una storia in cui i bambini fossero protagonisti.- Dichiara il regista Alessandro Stevanon- Questo perché sono a contatto con loro quotidianamente, sia al lavoro che a casa, e il loro modo di relazionarsi con il mondo è spesso molto diverso, quasi sempre più sorprendente e meno viziato dall'esperienza, rispetto agli adulti. Come spesso mi accade di raccontare nei miei film, anche quella di Federico è una piccola storia. 

 

La Redazione