Tu sei qui

Siti archeologici e castelli gratuiti, spettacoli teatrali e tanti eventi - Dal 16 settembre l'appuntamento è con "Plaisirs de Culture"

Data: 0 Comments

Da sabato 16 a domenica 24 settembre torna "Plaisirs de Culture en Vallée d’Aoste",la manifestazione, giunta alla quinta edizione, che ha l’obiettivo di promuovere e rafforzare la sensibilità e l’interesse verso il patrimonio archeologico, architettonico, storico, artistico ed etnografico valdostano, offrendo la possibilità di visitare diversi siti e di partecipare a numerose iniziative culturali gratuitamente o a tariffa ridotta.

"Plaisirs de Culture en Vallée d’Aoste - souligne l'Assesseur à la Culture Chantal Certan - se veut une invitation, pour les Valdôtains comme pour les touristes, à découvrir ou à redécouvrir la richesse et le caractère unique de notre patrimoine culturel, grâce à l’ouverture des châteaux, des sites archéologiques et des expositions en accès libre, ainsi qu’à la possibilité de participer gratuitement ou à tarif réduit, aux initiatives, aux activités et aux moments d’approfondissement. Ce sera également une occasion pour présenter au public les activités de recherche et d’étude, tout comme les interventions de restauration et de valorisation en cours et d’œuvrer en synergie avec les organismes et les associations culturelles du territoire, afin de valoriser et de promouvoir les nombreuses composantes du patrimoine culturel local, des plus célèbres aux moins connues".

La manifestazione si svolge in concomitanza con le Giornate Europee del Patrimonio, a cui la Valle d'Aosta aderisce anche quest’anno, promosse il 23 e 24 settembre 2017 dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, con l’intento di valorizzare il patrimonio culturale nazionale.

Tante le iniziative in programma: non solo accessi a castelli, siti archeologici, musei e mostre, ma anche percorsi storici e archeologici, visite accompagnate per non vedenti e ipovedenti, conferenze e attività pratiche per bambini e famiglie, proiezioni e spettacoli teatrali, nella maggior parte dei casi organizzate in collaborazione con numerosi enti e associazioni locali, oltre ad amministrazioni comunali e biblioteche regionali. Una settimana intensa che interessa trasversalmente l’alta e la bassa valle: oltre al capoluogo, con insolite visite al centro storico (Archivio storico regionale), letture tematiche in simbolici spazi all’aperto (Alliance française) e gli invitanti percorsi a cura della Biblioteca regionale, si potranno apprezzare le valli del Gran Paradiso (Fondation Grand Paradis), quelle ai piedi del Monte Bianco (Morgex, La Salle, Avise, La Thuile) e i territori che più si avvicinano al Piemonte, a cominciare da Châtillon, fino al Forte di Bard.

Per quanto concerne i beni culturali, quest’anno le iniziative riguardano la presentazione dei lavori ai mosaici della cattedrale e un gioiello barocco, ancora chiuso al pubblico, come Palazzo Roncas: fuori Aosta non mancano le novità decorative e documentarie del castello di Aymavilles e i lavori di restauro agli affreschi della cappella di Marseiller a Verrayes.

L’apertura di "Plaisirs de Culture en Vallée d’Aoste" è prevista per venerdì 15 settembre alle ore 18 alla Torre dei Balivi dove un concerto di ottoni a cura dell’Istituto Musicale Pareggiato della Valle d’Aosta - Conservatoire de la Vallée d’Aoste darà ufficialmente inizio alla settimana di iniziative culturali. A seguire vi sarà la possibilità di visitare il monumento con il personale della Soprintendenza per i beni e le attività culturali.

Per tutta la durata della manifestazione è previsto l’ingresso gratuito alle mostre e nei castelli e siti archeologici regionali e l’ingresso, o la partecipazione a iniziative culturali, in forma gratuita o a tariffa ridotta, in diversi musei e istituzioni del territorio.

La conferenza stampa di presentazione

La Redazione