Skip to main content

Scuola e Formazione

Scuola - Certan: "Attendiamo una risposta dal MIUR per i Corsi di formazione degli insegnati di sostegno"

- 0 Comments

L’Assessorato Istruzione della Regione, risponde alle accuse lanciategli da Alessia Dèmè, segretario del SVAT Ecole, di non aver ancora provveduto, insieme all'Università della Valle d'Aosta, all'indizione di un corso per la formazione di insegnati di sostegno.

L'Assessorato precisa l’11 marzo aveva inviato al MIUR, (Ministero dell’ Istruzione, dell’Università e della Ricerca) una richiesta di proroga dei tempi per attivazione del Corso , della quale a tutt'oggi non ha avuto risposta positiva, pertanto non è possibile in questo momento, per l’Università della Valle d’Aosta attivare il Corso per il quale è stato stimato un fabbisogno di personale docente nelle istituzioni scolastiche regionali di 90 unità.

"Sin dal nostro insediamento a dicembre, ci siamo spesi in tutti i modi per recuperare il fatto che l’Università – ha precisato l’Assessora Chantal Certan  - non avesse ritenuto opportuno accreditarsi, entro la data ultima del mese di ottobre 2018, per ottenere queste importanti specializzazioni.

Abbiamo chiesto e sollecitato, in accordo con l’Ateneo, una deroga al MIUR che, per ora, non ci è stata concessa. Crediamo, quindi, che non sarà possibile attivare il corso. Siamo convinti che la Valle d’Aosta abbia la necessità di investire nella formazione degli insegnanti e per questo le nostre azioni, all’interno dell’Università della Valle d’Aosta, proseguiranno  in questa direzione.

Sarà comunque nostro impegno, mio e del Presidente Fosson, adoperarci affinché l’Università della Valle d’Aosta eserciti il suo ruolo di punto di riferimento innovativo nella ricerca didattica ed educativa, interagendo con i MIUR affinché bandisca al più presto un nuovo corso, consentendo quindi agli insegnanti di poter accedere ad un percorso professionale dedicato all’abilitazione al sostegno.

E’ importante che l’Univda sia sensibile alle esigenze del territorio e strutturi attorno a queste il proprio percorso di studi che sia il più possibile rispondente allo sviluppo della comunità valdostana".