Skip to main content

Sport

Sci Coppa del Mondo - A Cortina ancora Shiffrin in SupegG, 11a Brignone. Vonn forse dice addio allo sci

- 0 Comments

Ennesimo trionfo di Mikaela Shiffrin a Cortina, che si impone in SuperG, allungando in modo forse deciso, il suo vantaggio in classifica generale e ipotecando, probabilmente la sua terza Coppa del Mondo Generale.

Quella andata in scena ieri sulla Olimpia delle Tofane è stata una gara molto spettacolre, grazie ad un tracciato ricco di insidie, dove tratti molto dritti e veloci si alternavano a curve molto chiuse. La ventitrenne americana ha saputo leggere al meglio il disegno della pista, adttandosi al meglio ai campi di ritmo. Seconda Tina Weirather, e terza la Tamara Tippler, Austria.

Quarta Valerie Grenier, Canada, che ha preceduto Jasmine Flury e Wendy Holdner, Svizzera, la giovane Lie Vickhoff, Norvegia, al miglior risultato in carriera, che ha fatto segnare lo stesso tempo della compagna di squadra Ragnhild Moewinckel, al nono tempo altro exequo per Valerie Grenier, Canada, e Viktoria Rebenburg Germania.

Al 11mo posto Federica Brignone, che ha compromesso la sua prestazione con un errore nella parte bassa del tracciato, che le ha compresso la velocità per il lunga fase di scorrimento terminale.

"Non sono tanto soddisfatta. - Commenta la valdostana al traguardo - Sono quei superG che ti lasciano l'amaro in bocca, di quelli che o interpreti perfettamente o ti viene la voglia di andare su e rifarlo. Sono quei tracciati un po' anonimi. C'era spazio tra le porte, tutta la parte tecnica era davvero molto facile tranne una porta, dove sono uscite la Stuhec e le altre: c'era il tornante, se vuoi passare devi frenare, a me sembra di aver sciato abbastanza bene nella parte tecnica, mi è venuto tutto facile, ma sono quei superG che se ti vengono facili è perché non sei abbastanza veloce. Poi c'è una neve aggressiva dallo Scarpadon a Rumerlo, è quel manto che ti prende e ti scappa e non capisci cos'hai sotto i piedi, lì ho fatto un mezzo testacoda prima di Rumerlo, dove è uscita Nicol Delago, e mi sono giocata tutta la velocità nella parte finale dove ho perso tantissimo come sempre. Dipende tutto da quanta velocità prendi dallo Scarpadon a Rumerlo, fino allo Scarpadon era andato tutto bene, poi c'è stato questo testacoda e a Rumerlo ero lentissima e quasi non salto neanche".

Le altre italiane: 14ma Elena Curtoni, 17ma Francesca Marsaglia, 27ma e 31ma Nadia Fanchini e Marta Bassino. che al traguardo non nascondono la loro delusione, 32ma Nadia Delago all'esordio in Coppa del Mondo, dopo i tre successi in Coppa Europa in Discesa Libera, fuori Nicol Delago, Anna Hofer e Federica Sosio.

Quella di Cortina di Cortina potrebbe essere stata l'ultima gara della carriera di Lindsey Vonn, la campionessa più vincente della storia dello sci femminile, al rietro dopo l'ennesimo infortunio ha dichiarato, in lacrime, che il dolore alle ginocchie, più volte operate è ancora forte, e forse la vita da sciatrice di Coppa del mondo è terminata, ma in molti scommettono che l'americana cercherà almeno diprendere parte al Mondiale di Are, al via ad inizio febbraio.