Tu sei qui

Sci - Brignone: “Non penso a Solden, ora sono concentrata solo sugli allenamenti”

Data: 0 Comments

É iniziato ieri e terminerà venerdì, il secondo raduno sciistico al Passo dello Stelvio per Federica Brignone. La campionessa di La Salle ritroverá Sofia Goggia, per un altro stage di allenamento sugli sci sotto la guida di Matteo Guadagnini, Gianluca Rulfi, Marcello Tavola e Federico Bristot, e con lo skiman Federico Brunelli.

Insieme alle due Big dello sci azzurro, ci saranno anche le azzurre della squadra di Coppa del mondo delle discipline tecniche, Irene Curtoni, Chiara Costazza, Roberta Midali, Martina Peterlini, Karoline Pichler e Marta Bassino. 

Sabato scorso, in occasione dell’inaugurazione della Mostra 'Il risveglio del sublime“ alla stazione intermedia di SkyWay, abbiamo incontrato proprio la medaglia di bronzo olimpica dello Slalom Gigante.

- Oramai mancano meno di 100 giorni all’apertura di Solden, come ti senti?

Brignone: “Veramente mancano meno di 100 giorni? Non me ne ero resa ancora conto. Solden e le gare in genere adesso sono un pensiero lontano, non voglio pensarci, mi sto allenando molto e ora la mia concentrazione é incentrata solo su questo. Per le gare c’é ancora molto tempo, non mi voglio mettere pressioni addosso“.

- Come sta andando la preparazione?

Brignone: “Sta andando tutto bene secondo i programmi, ho già fatto un primo train sulla neve al Passo dello Stelvio. Tornerò la per un secondo raduno da lunedì, poi ancora atletica.

- Avete già programmato la trasferta in Sud America?

Brignone: “Partiremo a fine agosto, e come l’anno scorso faremo due blocchi di lavoro di due settimane ciascuno. Uno ad Ushuaia in Argentina e poi in Cile. In entrambe le località curemo tutte le discipline, metà del tempo lo dedicheremo alle tecniche metà alle veloci. Spero di star bene e di potermi allenare con continuità per tutto il periodo che scierò in Sudamerica, e soprattutto di non avere intoppo come l’anno scorso (Federica dovette anticipa il rientro in Italia a causa delle pubalgia, che le costó due mesi di stop e la rinuncia al primo Gigante di Solden), ora penso solo ad allenarmi, per le gare c’è tempo”.