Skip to main content

Sport

Sci Alpino - Guglielmo Bosca ancora una volta operato

- 0 Comments

Finalmente Guglielmo Bosca sembra vedere la luce alla fine del lungo tunnel del suo infortunio. Il più piccolo dei due fratelli, entrambi in squadra nazionale, lunedì è stato sottoposto a Milano all'ennesima operazione per rimuovendo il chiodo endomidollare dalla tibia, applicatogli dopo il terribile infortunio del dicembre 2017.

Era il 20 dicembre del 2017, a Rieteralm in Austria, si sta correndo un SuperG di Coppa Europa. Guglielmo Bosca è al via, dopo i rassicuranti riscontri avuti in allenamento sulla pista Stelvio di Bormio, che una settimana più tardi avrebbe ospitato la Coppa del Mondo di Sci, per una Discesa Libera e una Combinata.

Guglielmo è spesso davanti a tutti i suoi compagni di squadra in prova. In Austria in SuperG cerca il risultato per presentarsi alla tappa lombarda del circuito maggiore, con ancora maggiore convinzione nei suoi mezzi. Fiducia che forse era venuta a mancargli dopo le prime gare di stagione, non andate troppe bene.

Il 'milanese di Courmayeur' cade durante la gare. Le prime notizie sono tutt'altro che rassicuranti. L'esito degli accertamenti clinici è impietoso: frattura biossea della gamba sinistra.

Il ragazzo non si perde d'animo, affronta l'operazione e la lunga degenza ospedaliera, per poi iniziare la riabilitazione. A fine agosto del 2018 riesce a rimettere gli sci ai piedi, ma qualcosa non va per il verso giusto, Guglielmo non riesce a sostenere i carichi di lavoro atletico di cui un atleta ha bisogno.

Dopo aver consultato ancora i medici, decide di sottoporsi all'ennesima operazione e di saltare tutta la stagione di gare. Una scelta difficile ma lungimirante, Guglielmo è del 1993, ed ha ancora tutto il tempo per emergere in Coppa del Mondo nelle discipline veloci, quelle a lui più consoni.

Lunedì ha subito l'ultima operazione, ora gli aspettano una ventina di giorni di recupero-riabilitazione e poi Guglielmo potrà riprendere la preparazione con il resto della squadra, e rientrare, nella miglior condizione possibile, già nelle prime gare della prossima stagione.

“Eccoci di nuovo... - scrive Gugliemo sui suoi profili social - dopo l'infortunio della scorsa stagione, da quando ho iniziato a spingere di più con gli allenamenti ho sempre avvertito un dolore costante al perone che non mi permetteva di performare sugli sci. Così assieme all'equipe medica abbiamo deciso di intervenire sintetizzando il perone e rimuovendo il chiodo endomidollare dalla tibia. La nota positiva è che dovremmo aver risolto i problemi al tendine rotuleo e al perone, l'altra faccia della medaglia è che sono tornate le stampelle. 

Però sarà fondamentale per tornare a fare sul serio in pista e mettermi definitivamente alle spalle questo infortunio. La stagione 2019-2020 inizia oggi”.