Tu sei qui

Saison, Il giro del mondo in 50 film - Programmazione di gennaio

Data: 0 Comments

Di seguito riportiamo la programmazione di gennaio 2017 della rassegna "Il giro del mondo in cinquanta film" organizzata nell’ambito della Saison Culturelle al Théâtre de la Ville:

Martedì 10 gennaio - ore 16 e ore 20

Mercoledì 11 gennaio - ore 18 e ore 22

Ma Loute di Bruno Dumont

Juliette Binoche, Valeria Bruni Tedeschi, Fabrice Luchini

Germania, Francia 2016 - 122 min

Come ogni anno la famiglia Van Peteghem apre le porte della grande casa che si affaccia sull’oceano. Nell’isoletta vicina, separata da una striscia d’acqua, vive un’altra famiglia di poveri e illetterati pescatori, il cui ragazzo più grande “Ma Loute” si innamora, ricambiato, della giovane Billie Van Peteghem. Ma l’estate è funestata da una serie di sparizioni…. Bruno Dumont si produce in una variazione delle sue commedie nere, questa volta accostando ad attori non protagonisti un cast d’eccezione.

Martedì 10 gennaio - ore 16 e ore 20

Mercoledì 11 gennaio - ore 18 e ore 22

La ragazza senza nome di Jean-Pierre e Luc Dardenne

con Marion Cotillard

Belgio 2016 - 113 min

Una sera, Jenny Gavin ha appena chiuso il suo ambulatorio quando qualcuno suona al campanello. Dopo una breve esitazione, la dottoressa decide di non aprire. Il giorno dopo la polizia ritrova il corpo di una giovane donna morta nelle vicinanze. Si tratta di colei a cui Jenny non ha aperto la porta. Lasciata la pista del film sociale ma non la voglia di raccontare il Belgio e le sue problematiche, i Dardenne si confrontano con una trama dall’impronta noir.

Martedì 17 gennaio - ore 16 e ore 20

Mercoledì 18 gennaio - ore 18 e ore 22

El abrazo de la serpiente di Ciro Guerra

con Antonio Bolivar, Brionne Davis

2015 - 125 min

Karamakate, potente sciamano, è l'ultimo superstite del suo villaggio. La sua solitudine è rotta dall’arrivo di un ricercatore bianco che chiede informazioni su una pianta capace di insegnare a sognare. Karamakate accetta di accompagnarlo in quello che risulterà un viaggio di scoperta per entrambi. In un bianco e nero sfavillante, Ciro Guerra ci proietta nel cuore dell’Amazzonia, terra dove passato e presente, riti e credenze, scienza e mitologia si danno la mano.

Martedì 17 gennaio - ore 18.10 e ore 22.10

Mercoledì 18 gennaio - ore 16 e ore 20.10

L’effetto acquatico – Un colpo di fulmine a prima svista di Sólveig Anspach

Florence Loiret Caille, Samir Guesmi

Francia, Islanda 2016 - 95 min

Samir lavora a Montreuil, nella periferia di Parigi. Un giorno incontra Agathe, istruttrice di nuoto. Samir sa nuotare alla perfezione, ma per agganciare Agathe, inizia a prendere lezioni di nuoto da lei. Scoperto il trucco, Agathe che non sopporta i bugiardi si infuria con lui e parte per la lontana Islanda. Ma l’amore la insegue. Film postumo che rivela il talento di una regista capace di tratteggiare una commedia sempre in bilico tra humour e tenerezza.

Martedì 24 gennaio - ore 16 e ore 20

Mercoledì 25 gennaio - ore 18 e ore 22

In nome di mia figlia di Vincent Garenq

con Daniel Auteuil, Sebastian Koch

Francia, Germania 2016 - 87 min

André Bamberski riceve una telefonata dall'ex-moglie che gli comunica che la loro figlia è morta mentre era in vacanza in Germania con lei e con il patrigno medico. In breve tempo, Bamberski si convince che il medico abbia responsabilità. Non riuscendo a farlo incriminare in Germania, cerca di far aprire un procedimento giudiziario in Francia. Tratto da una storia vera e supportato da un Auteil in stato di grazia, la storia di un padre pronto a sfidare anche la legge pur di vendicare la morte della figlia.

 

Martedì 24 gennaio - ore 16 e ore 20

Mercoledì 25 gennaio - ore 18 e ore 22

Neruda di Pablo Larrain

con Luis Gnecco, Gael García Bernal

Argentina, Cile, Spagna, Francia 2016 - 107 min

Nel 1948, il poeta Pablo Neruda denuncia pubblicamente il suo governo di connivenze con gli Stati Uniti. Ricercato da Videla, Neruda sceglie l'esilio anziché il carcere, ma sulle sue tracce c’è Oscar Peluchonneau, uno zelante ispettore di polizia che soffre del complesso d’inferiorità nei confronti del vate. Ritratto lunare del poeta cileno, Neruda è un film che va oltre la verità storica per produrre una visione surreale dal grande fascino visivo.

La Redazione