Skip to main content

Cultura e spettacoli

Saison Culturelle - Al Teatro Splendor 'Sogno di una notte di mezza estate' a cura di Massimiliano Bruno

- 0 Comments

Martedì 19 e mercoledì 20 febbraio 2019 alle ore 21, al Teatro Splendor di Aosta, andrà in scena lo spettacolo teatrale Sogno di una notte di mezza estate, in cui mito, fiaba e quotidianità si intersecano senza soluzione di continuità all’interno dell’originale versione, a cura di Massimiliano Bruno, di questa commedia sull’amore, capolavoro assoluto del Bardo.

La piece di Shakespeare, è messa in scena con sorprendenti innovazioni come possono esserle le musiche di Roberto Procaccini, le scene e le coreografie di impatto visivo a cura di Annalisa Aglioti, che è anche una bravissima Fior di Pisello, fata dei boschi, le sorprendenti rivisitazioni dei ruoli di una Titania ferina, dominatrice, a suo agio e credibilissima nell’abbigliamento simil-bondage (Violante Placido, che è anche la nobile Ippolita) e Oberon (un Giorgio Pasotti, ironico, padrone dei due ruoli, essendo anche il nobile Teseo), e che ama esprimersi in francese. Paolo Ruffini, al quale è stato cucito addosso il ruolo di Puck, folletto indolente e sornione, divertente e divertito, abile manovratore, “infingardo, ma onesto e mai bugiardo”, romantico. La strampalata compagnia degli Artigiani, composta da Maurizio Lops, Rosario Petix, il mattatore Stefano Fresi, Dario Tacconelli e Zep Ragone è latore di un linguaggio inventato ed esilarante.

L’intento dichiarato da Bruno è quello di esaltare la dimensione onirica e grottesca a dispetto di quella razionale e asfittica, “vivere nella verità del sogno tralasciando la ragione asettica”.