Tu sei qui

Ruolo strategico dell'attività venatoria nelle Regioni a Statuto Speciale - Se ne parla a Quart

Data: 0 Comments

Martedì prossimo, 14 novembre, alle ore 18, presso il vivaio regionale Abbé Henry a Quart, si terrà un incontro sul ruolo dell'attività venatoria nella gestione del territorio delle Regioni a Statuto Speciale.

Organizzato dalla Presidenza della Regione e dall'Assessorato dell'Agricoltura in collaborazione con il Comitato regionale per la gestione venatoria, la Provincia autonoma di Trento e l'Associazione cacciatori trentini, l'incontro verterà circa le azioni e le possibili sinergie messe in atto sul territorio, ma sarà anche illustrato un confronto tra il modello valdostano e quanto proposto dalla Provincia autonoma di Trento.
 
"Con piacere presentiamo questa serata dedicata al mondo venatorio - spiega il Presidente Laurent Viérin -  organizzata in collaborazione con la Provincia autonoma di Trento in un'ottica di sinergia e confronto tra popolazioni alpine e regioni a statuto speciale. In questo momento di forti attacchi alle autonomie, serate come queste risultano di fondamentale importanza per la costruzione di reti coi nostri "peuples frères" sui diversi dossier che come Amministrazioni ci troviamo ad affrontare in rapporto al Governo centrale".

Interverranno il Presidente della Regione autonoma Valle d'Aosta, Laurent Viérin, l'Assessore all'Agricoltura e risorse naturali, Alessandro Nogara, il dirigente della Struttura Flora, fauna caccia e pesca, Paolo Oreiller, la Presidente del Comitato regionale per la gestione venatoria, Elena Michiardi, il Consigliere provinciale e regionale Trentino-Alto Adige/Sud Tirol, Lorenzo Baratter, il presidente dell'Associazione cacciatori trentini, Carlo Pezzato. Modera la serata Flavio Vertui, Coordinatore del Dipartimento Risorse naturali e Comandante del Corpo forestale della Valle d'Aosta.
 
"Abbiamo organizzato questo incontro specifico sul ruolo dell'attività venatoria nella gestione del territorio - conclude l'Assessore Alessandro Nogara - al fine di confrontarci con il settore e presentare le azioni che come Assessorato, unitamente al Comitato per la gestione venatoria della Valle d'Aosta, stiamo portando avanti per rilanciare e valorizzare il mondo venatorio. Questo incontro sarà valida occasione per un confronto con i cacciatori valdostani su alcuni importanti tematiche oltre che un momento proficuo di dibattito con i colleghi trentini".

La Redazione