Tu sei qui

Riunita la Consulta faunistica regionale

Data: 0 Comments

Si è riunita oggi nella sede dell'Assessorato all'Agricoltura la Consulta faunistica regionale, organo consultivo e propositivo.

"Esprimiamo soddisfazione per l’approvazione del calendario venatorio per la prossima stagione di caccia - ha detto l'Assessore Laurent Viérin -  che ha trovato, all’unanimità, largo consenso da parte delle differenti sensibilità e soggetti coinvolti nella gestione della fauna selvatica presenti sul territorio, accogliendo le proposte pervenute dal Comitato regionale per la gestione venatoria della Valle d’Aosta. La nostra volontà è proprio quella di lavorare insieme per trovare soluzioni di sintesi che sappiano rispecchiare le esigenze dei cacciatori affrontando insieme nuove sfide di valorizzazione della nostra realtà alpina.

Il calendario venatorio approvato dalla Consulta e già discusso nel Comitato regionale per la gestione venatoria, sarà ora approvato in sede di Giunta regionale e presso l’ISPRA.

Commento favorevole anche da parte del Presidente del Comitato regionale per la gestione venatoria Elena Michiardi "Tanta soddisfazione per aver apportato diverse modifiche al calendario venatorio, pienamente condivise all’interno del Comitato e dal mondo dei cacciatori valdostani. Mi permetto di commentare positivamente la proficua collaborazione intercorsa con il Corpo forestale della Valle d’Aosta e il clima disteso e di unione con cui sto affrontando queste prime sfide importanti per rilanciare con forza la nuova gestione del nostro organo, recentemente composto".

Della Consulta faunistica fanno parte oltre all'Assessore all’agricoltura e l’Assessorato delle attività produttive, energia, politiche del lavoro e ambiente con le rispettive strutture di competenza; il responsabile del Servizio veterinario dell’Ausl Valle d’Aosta; un esperto in gestione faunistica, designato dall'ISPRA; i rappresentanti designati delle organizzazione professionali agricole, ambientali e naturalistiche presenti sul territorio regionale; un rappresentante dell'Ordine dei laureati in  Scienze agrarie e forestali della Valle d'Aosta; il Presidente del Comitato regionale di gestione venatoria e alcuni rappresentanti designati dalle sezioni; un rappresentante designato dai Sindaci della Valle d'Aosta e un rappresentante designato dalle Unités des Communes valdôtaines.

La Redazione