Skip to main content

Politica e Istituzioni

Regione - La Giunta congela il credito verso il 'Casino'

- 0 Comments

La Giunta regionale ha approvato nella seduta di oggi, venerdì 21 giugno, un disegno di legge recante disposizioni urgenti per il Casino de la Vallée. L’atto dovrà essere sottoposto alla votazione del Consiglio regionale

Il disegno di legge reca le determinazioni della Regione in merito ai crediti postergati, quelle che hanno minori garanzie di essere liquidati nel concordato preventivo presentato in Tribunale dal AD Rolando, derivanti dai contratti di mutuo stipulati negli anni in favore di Casino de la Vallée per il tramite di Finaosta, ad essere convertiti in un bene immateriale della società.

Con questa operazioni, la regione congela il suo credito, trasformandolo in 'una immobilizzazioni immateriale' che di fatto entra nello stato patrimoniale della Casinò de la Valle, che la Regione potra riavere, quando la società sarà uscita dalla procedura di concordato e avrà la capità di riconsegnarla all'Ente.

In questo periodo, non essendo più un credito, non matureranno gli interessi, ma non se ne dimuirà il valore. Con la trasformazione di queso cridito di 48,088 milioni di euro, non si genereranno ne costi ne recavi. In caso di fallimento però la regione perderebbe tutto.

Questa possibilità è ammessa dal codice civile ed è spesso utilizzata nell’ambito delle operazioni di ristrutturazione delle imprese in situazioni di crisi temporanea.

"Una scelta, quella oggi approvata dal Governo regionale, - dichiara il Presidente della Regione Antonio Fosson- che costituisce un dato oggettivo e certo per sostenere l’azienda in questa difficile e delicata fase, che speriamo tutti possa concludersi favorevolmente e in tempi brevi, consentendo in modo trasparente di proseguire nelle dovute sedi il dialogo sul futuro aziendale in maniera franca, trasparente e, quanto più possibile, partecipata".