Skip to main content

Salute e Ambiente

Regione - Gruppi di lavoro all'interno dell'Osservatorio dei rifiuti

- 0 Comments

Si è riunito ieri presso l’Assessorato regionale all'Ambiente l’Osservatorio regionale sui rifiuti, ricostituito per il triennio 2019/2021. In apertura dei lavori L’Assessore Albert Chatrian ha ricordato che l’organo ha ripreso oggi i propri lavori, dopo quasi due anni di sospensione, l’ultima riunione risale infatti al 7 luglio 2017, e rapprresenta un momento di sintesi delle problematiche del settore dei rifiuti, per poter individuare, in modo coordinato, la migliore soluzioni.

Sulla base di tali convinzioni, per l’Assessore risulta quanto mai necessario individuare una modalità di funzionamento dell’Osservatorio che risulti adeguata ad assicurare lo svolgimento di tutte le competenze che la normativa attribuisce a tale organismo, valorizzando anche le specifiche competenze dei membri nominati. E' stato, quindi, proposto di operare attraverso Gruppi di lavoro che potranno essere permanenti o avere una durata temporanea, in considerazione degli specifici argomenti che verranno individuati come prioritari nel prossimo triennio: tali Gruppi di lavoro opereranno in modo autonomo, con la supervisione e la collaborazione del Coordinatore scientifico.

"Fra gli argomenti più urgenti da affrontare nei Gruppi di lavoro vi è la riorganizzazione dei servizi di gestione dei rifiuti nei nuovi SubATO così come individuati nel Piano regionale afferente alla gestione dei rifiuti speciali, con particolare riferimento ai rifiuti inerti, ciò anche in considerazione delle importanti scadenze fissate dalla direttiva comunitaria che fissa gli obiettivi di recupero di tali rifiuti, nonché quello per l’attivazione dello Sportello informativo sui rifiuti. - Ha dichiarato Chatrian - La modalità proposta è stata accolta con favore da tutti i componenti dell’Osservatorio e, per rendere operativo l’organismo prima possibile, è stata decisa la convocazione di una nuova riunione per venerdì 31 maggio, al fine di formalizzare la costituzione dei Gruppi di lavoro e di definirne le modalità di funzionamento".

Nel corso della riunione è infine stato illustrato da parte del Coordinatore tecnico-scientifico, dottor Ghiringhelli, lo stato di fatto del Rapporto sui rifiuti 2018 e le tempistiche di predisposizione di quello del 2019.