Skip to main content

Politica e Istituzioni

Regione - Forse lunedì la mozione di sfiducia costruttiva

- 0 Comments

Continuano senza sosta gli incontri tra le delegazioni politiche, per la formazione della nuova possibile maggioranza in senno alla Regione Valle d'Aosta.

Leonardo La Torre, Pour Notre Vallèe, commenta così queste ultime febbrili ore: "Ci incontremo intorno alle 18, con tutte le forze coinvolte (UV, UVP, Alpe, Stella Alpina, PnV e Emily Rini ndr) per definire tutti gli aspetti. Di facile in questa situazione non vi è nulla, ma continua il nostro lavoro, per dare un Governo alla Regione in questo diffcile momento".

Le decisioni delle commissioni politiche verranno poi varate dai 'parlamentini' dei partiti coinvolti già questa sera. Domani, se verrà trovato l'accordo, è possibile che il Consiglio Valle, venga 'congelato' e riconvocato in seduta straorinaria lunedì per votare una mozione di sfiducia costruttiva, che potrebbe portare alla Presidenza Antonio Fosson e destituire dalla carica Nicoletta Spelgatti.

Della nuova giunta dovrebbero far parte, Renzo Testolin e Mauro Baccega (Union valdotaine), Stefano Borrello (Stella alpina), Albert Chatrian e Chantal Certan (Alpe), Luigi Bertschy e Laurent Viérin (Union valdotaine progressiste). 

La consigliera Emily Rini (gruppo Misto) è in pole position per la presidenza del Consiglio Valle, per quest'ultima carica sembrava in corsa anche Augusto Rollandin, ma lo stesso ex presidente ha smentito questa voce