Skip to main content

Politica e Istituzioni

Regione - Firmati tre nuovi accordi per la riduzione dei rifiuti

- 0 Comments

Oggi, venerdì 14 giugno, l’Assessore regionale all’Ambiente  Albert Chatrian, ha presentato tre nuovi accordi, approvati dalla Giunta regionale, volti a dare attuazione sia a misure del Programma regionale di prevenzione dei rifiuti, sia alle disposizioni nazionali per l’adozione di misure di semplificazione nella gestione dei rifiuti prodotti dalle attività agricole.

L’accordo sottoscritto con l’ASCOM Confcommercio Valle d’Aosta, l’Associazione del Commercio e del turismo e dei servizi della Regione Valle d’Aosta, è volto a favorire la raccolta differenziata, la preparazione per il riutilizzo, il riciclaggio e il recupero dei rifiuti derivanti dagli esercizi commerciali, nonché ad avviare azioni in coerenza con le nuove disposizioni comunitarie volte all’eliminazione dell’utilizzo di beni di consumo monouso in plastica plastic free. Il Presidente di Ascom Confcommercio Valle d’Aosta, Graziano Dominidiato, ha inoltre  illustrato nel dettaglio le diverse iniziative che, in accordo con la Regione, saranno avviate in attuazione dell’accordo appena sottoscritto.

"Una corretta politica di gestione dei rifiuti urbani – ha spiegato Chatrian – deve concretizzarsi necessariamente attraverso tre azioni: l’adozione di misure volte in ogni caso alla riduzione della produzione dei rifiuti, il potenziamento e il miglioramento delle raccolte differenziate e l’individuazione di un sistema coordinato di recupero e di smaltimento finale dei rifiuti che residuano dalle raccolte differenziate".

L’Assessore ha inoltre segnalato l’adesione al progetto promosso da FIPE, di cui ASCOM fa parte, e COMIECO denominato Rimpiattino, volto alla sensibilizzazione della riduzione dello spreco alimentare, nonché le iniziative volte a coinvolgere tutti gli Enti locali della regione all’adesione alle politiche plastic free, in prosecuzione di quanto già avviato a febbraio, con le circolari inviate a tutti gli Enti pubblici presenti in Valle d’Aosta.

"Il rispetto della gerarchia nella gestione dei rifiuti si applica anche ai rifiuti speciali e, pertanto, tutti i produttori di tali rifiuti sono obbligati a concorrere al raggiungimento degli obiettivi di prevenzione della produzione e di recupero dei rifiuti. Ciò comporta il coinvolgimento di tutti gli attori, nonché il potenziamento delle attività di promozione volta alla riduzione della produzione dei rifiuti" ha concluso Chatrian.