Skip to main content

Politica e Istituzioni

Regione - Aggravi "Alcune voci della variazioni di Bilancio vanno approfondite"

- 0 Comments

Al termine della riunione della seconda Commissione regionale, in cui si è dibattuto dell'assestamento del bilancio di previsione della Regione per il 2019 e del secondo provvedimento di variazione al bilancio di previsione per il triennio 2019/2021, abbiamo raccolto le prime impressioni di Stefano Aggravi, Lega Vallèe d'Aoste.

"Premetto che dobbiamo ancora analizzare nel dettaglio tutta la documentazione, perché è arrivata solo ieri alle 10.00, quindi abbiamo avuto poco tempo per studiarla. - Commenta l'ex Assessore alle Finanze - E' una variazione di circa 26 milioni, in cui ci sono riallineamenti di spesa, e beneficia di 9 milioni di accantonamento, che per effetto del disavanzo che si è esaurito possono essere riutilizzati.

Rivendico in parte questo fatto, perché in sede di definizione dei numeri di bilancio 2018 è stato perseguito il rigore contabile necessario che oggi permette l’utilizzo di queste disponibilità.Un risultato ottenuto anche grazie alla garnde scrupolosità con cui abbiamo redatto il documento contabile, quando era di nostra competenza.

Ci sono degli aspetti che vanno approfonditi. Lo abbiamo chiesto soprattutto su alcune società partecipate come Vallèe d'oste Structure, in cui si prevedono delle operazioni contabili che devono essere vagliate, e comprendere se sono state fatte le opportune valutazioni, vedi il discorso degli 'Aiuti di Stato'.

Per quanto riguarda la spesa sanitaria c'è il ripianamento delle perdite delle USL e ci sono 1,8 milioni di spese, che dobbiamo capire dove vanno e cosa vanno a fare. Vi sono poi circa 4 milioni sull'agricoltura e anche li dobbiamo comprendere.

Sul collegato troviamo la possibilità di cumulare tutta una serie di interventi relativi ai Fondi europei.

Ci sono poi alcuni articoli che francamente mi sembrano 'delle marchette', so che è un brutto termine, che sono da verificare. Si prevedono degli studi sulla filiera del legno, stanziando dei fondi.

Si nota che ci sono degli assessorati che vincono fortemente ed altri perdono con altrettanta potenza. L'agricoltura vince, le Attività produttive vengono depauperate. La famosa legge 8 il progetto 'Ponte 2020' e di altre società per lo sviluppo economico della Bassa Valle, perdono nettamente, vuoi perchè il bando è ancora in itinere, la Giunta Spelgatti aveva preparato tutto per il bando legge 8, ma dopo un anno ci sono ancora 6 milioni in meno per quel programma.

I trasporti vincono pesantemente, c'è anche una norma sull'utilizzo pubblico per i terreni per gli impianti di risalita, che sicuramente farà felice chi ama lo sci, ma scontenterà i proprietari degli stessi".

Abbiamo poi chiesto tutta una serie di audizioni e ulteriori dettagli per capire dove vanno questi soldi e come vengono utilizzati".

 

 

FM