Skip to main content

Politica e Istituzioni

Regione - 508.000 euro per il nuovo Piano regionale per la lotta alla povertà 2018-2020

- 0 Comments

Il nuovo Governo regionale, su proposta dell’Assessore alla Sanità Mauro Baccega,  d’intesa con l’Assessore all' Inclusione sociale Luigi Bertschy e l’Assessore all’Ambiente Albert Chatrian, ha esaminato la bozza del Piano regionale per la lotta alla povertà 2018-2020, che sarà inviato al CPEL (Consorzio Permanente degli Enti Locali) per il parere di competenza.

"La bozza esaminata dalla Giunta regionale - dichiara l’Assessore Mauro Baccega - tenendo conto di quanto indicato nel Piano nazionale, analizza quanto già attivato sul territorio regionale nell’ambito della lotta alla povertà e presenta proposte di intervento e azioni da realizzare nei prossimi anni. Un lavoro di cui va dato merito anche a Chantal Certan, che mi ha preceduto alla guida di questo assessorato.

In particolare  è prevista la prosecuzione dell’esperienza dell’emporio solidale “Quotidiamo” e le iniziative per la ridistribuzione e contro lo spreco di eccedenze alimentari, il piano di rinforzo della rete dei servizi, la revisione della governance regionale e il modello di welfare multidimensionale per la presa in carico di famiglie in situazione di difficoltà economica, sociale e lavorativa.

Nel Piano regionale per la lotta alla povertà 2018-2020, sono confluiti gli esiti dei lavori e delle consultazioni effettuate sul territorio regionale con i principali soggetti pubblici e privati che intervengono nella lotta alla povertà, con particolare riferimento agli enti del Terzo settore e delle Strutture dell’Amministrazione regionale che si occupano di politiche di inclusione e integrazione sociale.

Sulla base dei criteri per la ripartizione del Fondo povertà sul territorio nazionale, fissati con Decreto interministeriale del 18 maggio 2018 che ha adottato il primo Piano per gli interventi e i servizi sociali di contrasto alla povertà relativo al triennio 2018/2020, - conclude l’Assessore Mauro Baccega - alla Regione autonoma Valle d’Aosta è stato destinato un finanziamento complessivo di 508 mila euro, di cui 408 mila destinati a servizi per l’accesso, la valutazione e i progetti personalizzati del ReI (Reddito di Inclusione) e 100 mila euro per interventi e servizi in favore di persone in condizione di povertà estrema e senza dimora.

In un momento così difficile per il nostro Paese e per la nostra regione, con questa iniziativa la Giunta regionale, vuole dare un segno e impostare le basi per attuare azioni concrete di solidarietà verso le persone che si trovano in momenti difficili".