Tu sei qui

Quart - Enovitis Extrémes, la fiera della teconologia vinicola

Data: 0 Comments

É stata presentata questo pomeriggio, presso la sede dell’Assessorato dell’Agricoltura della Regione la prima edizione Enovitis Extrémes, che si svolgerà il prossimo 19 luglio 2018. L’evento, dedicato alle tecnologie per la coltivazione dei vigneti eroici in alta quota, è organizzato dall’Unione Italiana Vini in collaborazione con il Centro di ricerca per la viticoltura di montagna (CERVIM), il supporto dell’Associazione dei viticoltori della Valle d’Aosta VIVAL, ed è patrocinato dalla Regione autonoma Valle d’Aosta. 

La manifestazione, già collaudata a livello nazionale, vuole andare incontro alle esigenze delle aziende del settore ‘eroico’ presentando anche in Valle d’Aosta le tecnologie più avanzate in ambito vitivinicolo e le diverse soluzioni per facilitare una tipologia di coltivazione molto impegnativa.

Siamo felici di poter portare questa manifestazione in Valle D’Aosta - dichiara Monica Pedrazzini in rappresentanza dell’Unione Italina Vini – la viticoltura di montagna troverà qui la sua vetrina ideale. 

Questa manifestazione vuole anche essere un momento di incontro e confronto tra chi produce i macchinari e i viticoltori che li utilizzano. Contiamo di portate per questa prima edizione almeno 1000 persone, provenienti per lo più dalle regioni limitrofe e dalla Svizzera. Abbiamo già avuto notizie che saranno presenti dei viticoltori tedeschi, che hanno organizzato un pullman per raggiungerci. Infine voglio ringraziare Assessore e il suo staff per la proficua collaborazione. 

Grande soddisfazione anche il neo Assessore Elso Gerandin: “Abbiamo accolto con piacere la richiesta di collaborazione di Unione Italiana Vini all’iniziativa Enovitis Extrême che si pone l’obiettivo di valorizzare la pratica della viticoltura eroica, che sul nostro territorio ha un valore culturale e sociale. 

Mantenendo l’impostazione di Enovitis in Campo, già collaudata da Unione Italiana Vini, con i quali siamo davvero lieti di collaborare, anche qui in Valle d’Aosta avremo una giornata intera dedicata alle tecnologie per la coltivazione dei vigneti, con particolare attenzione a quelli dedicati in alta quota e con giaciture ad elevata pendenza”

Grande soddisfazione infine anche da parte del comune di Quart che accoglie sul proprio territorio l’evento. “Il Comune di Quart, grazie alle sensibilità e alle scelte dell’Amministrazione comunale ha saputo mantenere, nonostante la vicinanza alla città di Aosta, una vocazione prettamente agricola, come testimoniano i numerosi vitigni e le numerose ed importanti realtà imprenditoriali presenti in loco. Per queste ragioni e con l’intento di valorizzare le nostre eccellenze locali abbiamo deciso di sostenere, grazie anche all’aiuto della Proloco, che si occuperà di allestire un valido punto ristoro per la giornata, questa interessante iniziativa”.

L’iniziativa è ospitata dalla storica Società Agricola Grosjean all’interno nel vigneto ‘Rovettaz’.